facebook rss

Senza patente fugge all’alt
della Pm: folle inseguimento,
incidente e maxi multa

OSIMO - Oggi pomeriggio la spericolata fuga del 32enne osimano al volante di una Citroen, tallonata dalla polizia locale di Osimo, si è snodata per 10 chilometri, da Padiglione a Cerretano dove la vettura è finita fuori strada mentre cofluivano sul posto i rinforzi degli agenti di Castelfidardo e dei carabinieri. Mezzo sequestrato e automobilista denunciato anche per resistenza a pubblico ufficiale
mercoledì 21 Marzo 2018 - Ore 23:52
Print Friendly, PDF & Email

L’auto del fuggiasco dopo lo schianto al Cerretano di Castelfidardo, avvenuto al culmine dell’inseguimento, quando ormai era braccato dalla Pm di Osimo, dalla Pm di Castelfidardo e dai carabinieri

Non si ferma all’alt della polizia locale e inizia un folle inseguimento ad alta velocità per 10 chilometri, da Padiglione di Osimo a Castelfidardo. Alla fine, prima di essere accerchiato dagli agenti e dalle pattuglie dei carabinieri, l’automobilista osimano di 32 anni ha interrotto la sua corsa, solo dopo aver sbandato ed essere finito fuori strada al volante di una Citroen, priva di assicurazione e di revisione, che, tra l’altro, guidava senza patente. Un pomeriggio movimentato, quello di oggi, vissuto tra Osimo e Castelfidardo. Verso le 17.30, una pattuglia della Pm di Osimo stava svolgendo un servizio di controllo con il Police Control su via di Jesi, nella frazione di Padiglione, quando l’apparecchiatura, che legge le targhe dei veicoli, ha segnalato il passaggio di un’auto priva di assicurazione e revisione. I vigili urbani si sono subito messi dietro al veicolo e intimato al conducente di fermarsi. Chi era alla guida, però, in tutta risposta ha accelerato e si è messo a zigzagare nel traffico che si stava intensificando nell’ora di punta di uscita dal lavoro.

E’ scattato l’inseguimento a folle velocità per le strade di Osimo, con il tachimetro dell’auto di servizio della Pm che ha raggiunto i 130km/h. La Citroen tirava dritta ed ha attraversato con manovre spericolate e sorpassi in curva senza visuale le frazioni di Padiglione e Campocavallo, lungo la provinciale Valmusone, mettendo anche a rischio l’incolumità degli altri utenti della strada. All’approssimarsi del confine tra il territorio comunale di Osimo con quello di Castelfidardo, la pattuglia ha informato la Centrale Operativa che avrebbe continuato l’inseguimento verso la città della fisarmonica.

Il comando della Pm di Osimo ha autorizzato l’operazione e nel frattempo ha allertato la Pm di Castelfidardo ed i carabinieri per metterli al corrente di quanto stava succedendo. Militari e agenti della Pm d Castelfidardo hanno fatto convergere le rispettive pattuglie nella zona per formare un posto di blocco nel tentativo di bloccare il fuggiasco. Ma lungo la SP5 all’altezza del bivio per Cerretano, l’automobilista ha perso il controllo dell’auto e si è schiantato contro un muretto. Accerchiato da vigili urbani e carabinieri di Castelfidardo, il conducente è stato fermato ed identificato per C.E., osimano di 32 anni, già noto alle forze dell’ordine. Non si era fermato all’alt perché stava guidando senza patente, già sospesa dalla Prefettura, a bordo un veicolo privo di copertura assicurativa e di revisione che, oltretutto non poteva proprio circolare perché era stato già sottoposto a sequestro.

L’operazione si è conclusa con il nuovo sequestro del veicolo ai fini della confisca da parte della Polizia Locale di Castelfidardo che ha anche verbalizzato gli estremi dell’incidente stradale. Al 32enne, condotto negli uffici del Comando della Polizia Locale di Osimo, gli agenti hanno notificato 8.395  euro di multe per tutte le infrazioni  e violazioni al codice della strada commesse. Non basta. Il giovane è stato anche denunciato per resistenza a pubblico ufficiale per non essersi fermato all’alt ed essere stato inseguito per 10 chilometri sulla provinciale Valmusone.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X