facebook rss

«Lista radicata sul territorio ed
espressione di tutte le categorie sociali»,
Forza Italia presenta i suoi candidati

ANCONA - Tra le proposte lanciate questa mattina l'assunzione al Comune di 200 giovani a mille euro al mese per assistenza agli anziani e controllo del territorio. Berardinelli: «Daremo il nostro contributo a questo progetto civico, potendo contare anche sui nostri parlamentari nazionali ed europei»
lunedì 14 maggio 2018 - Ore 18:27
Print Friendly, PDF & Email

I candidati di Forza Italia alle prossime elezioni comunali

 

Il tavolo dei relatori, da sx il parlametare Baldelli, il candidato sindaco Tombolini, il parlamentare Cangini, il commissario regionale del partito Fiori, il consigliere comunale uscente e candidato, Berardinelli, il coordinatore comunale del partito Silvetti,

 

Una lista ben radicata sul territorio e che rappresentata tutte le classi sociali della città. Così Forza Italia, alla presenza del suo coordinatore comunale, Daniele Silvetti, e dei parlamentari Simone Baldelli e Andrea Cangini, ha ufficializzato i nomi dei suoi 32 per la corsa al Consiglio comunale a sostegno della candidatura a sindaco di Stefano Tombolini. «Insieme alle altre tre liste dei partiti di centrodestra FdI, Lega ed Udc collaboriamo a questo progetto di liste civiche per vincere le elezioni comunali ad Ancona − ha premesso Daniele Berardinelli, consigliere uscente e candidato −. Daremo un contributo importante anche grazie alla possibilità di avere riferimenti a Roma ed in Europa, potendo contare sui nostri parlamentari. La lista rappresenta il territorio con candidati provenienti dai quartieri e dalle frazioni e tutte le categorie sociali: studenti, professionisti, insegnati, agenti di

Il consigliere comunale uscente e in corsa per la riconferma, Daniele Berardinelli

commercio e commercianti, addetti del terzo settore».

Una lista rispettosa delle differenze di genere, tiene a precisare Berardinelli «ci sono 13 donne candidate, un numero superiore a quello previsto per legge (fissato ad 11), questo perché, come abbiamo sempre sostenuto, non crediamo nelle quote rosa, ma nella valorizzazione delle donne in se stesse. Lavoreremo perché anche il Comune di Ancona possa usufruire dei contributi europei che in questi anni tanto in città quanto in regione sono sempre stati poco utilizzati».

La priorità nell’impegno con i cittadini, il controllo della pressione fiscale per lo sviluppo del lavoro, per la lotta al degrado dei quartieri e contro l’inquinamento ambientale.

Tra le proposte del programma l’assunzione da parte del Comune di 200 giovani a tempo determinato per lavori necessari alla città: dall’assistenza agli anziani al controllo del territorio con una retribuzione di mille euro al mese. «Siamo sicuri che la somma a loro destinata− riprende Berardinelli − sarà fondamentale anche per le loro famiglie».

Il coordinatore comunale del partito, Daniele Silvetti

Una frecciata, in chiusura di intervento, al sindaco Valeria Mancinelli. «Ci sembra inconcepibile che chi ha governato per 25 anni la nostra città (Pds, Ds e Pd) si proponga come il nuovo. Di nuovo, in questi anni, c’è stato soltanto, dopo il lassismo della Giunta Gramillano, il piglio autoritario e talvolta poco democratico della sindaca uscente».

Ecco dunque i 32 candidati: Daniele Berardinelli, Vincenzo Rossi, Silvio Scali, Carlo Burchiani, Mauro Agostini, Marco Ardone, Antonella Bartozzi, Laura Bastianelli, Alessandra Benedettelli, Eugenio Conigliaro, Teresa Stefania Dai Pra’, Alessio Forestieri, Luca Franchini, Giovanni Giambanco, Lucia Giovagnoli, Marika Mangiacristiani, Rossano Manzotti, Alessandro Maurizi, Isabella Maurizi, Maria Teresa Mersich, Simona Michelini Palmioli, Katia Monacizzo, Gianluca Morini, Marcos Felipe Petrolini, Alberto Polenta, Raffaele Ranalli, Arianna Silvestrini, Michael Simeone, Rosetta Ramona Stagliano’, Gianluca Trenta, Alessia Venarucci, Felice Verriello.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X