facebook rss

Niente scarcerazione, i ‘templari’
della cocaina restano a Montacuto

ANCONA - Bocciata l'istanza presentata al tribunale del Riesame dai difensori di Florian Hila e Claudio Papa, accusati di aver trafficato quattro chili di polvere bianca smistata tra Passatempo e tutto l'hinterland osimano. I due erano finiti in arresto lo scorso maggio durante una mega operazione del Norm
Print Friendly, PDF & Email

Il tribunale

 

Istanza di scarcerazione respinta: Florian Hila e Claudio Papa rimangono a Montacuto. Questa la decisione presa dal tribunale del Riesame sulla coppia di presunti pusher arrestati un mese fa dai carabinieri di Osimo con l’accusa di aver spacciato circa quattro chili di cocaina in tutto l’hinterland osimano e anche oltre. I rispettivi difensori degli indagati, Dino Latini e Paolo Tartuferi, ieri mattina hanno presentato domanda di scarcerazione davanti al collegio del tribunale. La riserva si è sciolta solo quest’oggi: sia Papa, 50enne e gestore di un supermercato di Passatempo, sia Hila, italoalbanese di 38 anni, dovranno rimanere in una cella di Montacuto. All’epoca del blitz dei militari, Papa era stato trovato con oltre un chilo di cocaina purissima. L’aveva nascosta nell’ufficio del supermercato. Perquisizioni negative, invece, per il suo presunto complice. Proprio per questo, nei confronti del 38enne – che poco prima dell’arresto si sarebbe impegnato a compare dei biglietti per volare in Australia – era stato emesso un fermo. In sede di convalida, quest’ultimo aveva rigettato ogni accusa di fronte al gip, mentre Papa si era preso la colpa. “Mi sono buttato sulla cocaina a causa degli affari che non andavano per il verso giusto” aveva detto il 50enne, assolvendo il presunto socio d’affari. I due erano stati ribattezzati dagli inquirenti come “templari” della droga, in quanto – secondo i sospetti – custodi di partite di cocaina di ingente valore, smerciabile sia nella provincia anconetana che maceratese.

«Gli affari giravano male, mi sono immischiato con la cocaina» Resta in carcere l’imprenditore pusher

Un chilo di cocaina in casa: in manette il titolare di un supermarket

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X