facebook rss

Raid notturno dei vandali
nel parco dei bambini
all’Acquaviva di Castelfidardo

IL COORDINATORE della Protezione civile, verso le 4,.15 di oggi, svegliato dagli schiamazzi, ha tentato di fermarli, ma il gruppetto è fuggito a bordo di un'auto. Indaga la Polizia locale che stamattina ha già svolto un sopralluogo
Print Friendly, PDF & Email

La staccionata in legno abbattuta ai giardini dell’Acquaviva di Castelfidardo

Le bottiglie abbandonte per terra

Cestini divelti, staccionata in legno distrutta a calci e bottiglie di birra rotte e abbandonate sull’erba. Raid dei vandali stanotte nel piccolo parco giochi dietro alla chiesa dell’Acquaviva di Castelfidardo. Ad accorgersi dei danni è stato Thomas Galassi, coordinatore del gruppo comunale di protezione civile di Castelfidardo, svegliato dagli schiamazzi prima dell’alba. “Saranno state circa 4.15 – racconta – Sono uscito subito di casa per capire che cosa stava succedendo ma quando sono arrivato erano spariti. Si sono allontanati in auto”. Stamattina ha subito segnalato la situazione al Comando della polizia locale. Gli agenti hanno già svolto un sopralluogo nel giardino pubblico, fotografando lo scempio.. “A che cosa serviva distruggere il campetto che poi è di tutti? – osserva Galassi – Ci giocano i bimbi e se qualcuno solo si taglia con un vetro delle bottiglie che avete rotto, nascondetevi o non fatevi più vedere da queste parti”. Saranno anche visionati i filmati delle telecamere pubbliche accese sulla rotatoria all’ingresso della frazione fidardense che contribuiranno a fornire indizi ed elementi utili per identificare gli autori del gesto. Grazie ad alcuni dettagli della targa di un mezzo, gli investigatori sarebbero già sulle tracce del gruppetto che sembrerebbe composto anche da maggiorenni e con patente di guida.

 

I cestini divelti dai vandali ai giardini dell’Acquaviva di Castelfidardo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X