facebook rss

Hotel House al setaccio,
in sei mesi di controlli:
12 arresti e 177 denunce

Print Friendly, PDF & Email

 

Controlli all’Hotel House di Porto Recanati: 12 gli arresti, 177 le persone denunciate da parte dei carabinieri. Operazioni che sono state condotte con il coordinamento del comando provinciale, guidato dal colonnello Michele Roberti. Per contrastare fenomeni come lo spaccio di droga sono state dispiegate massicce forze di intervento.
Numerosissimi sono stati i servizi appositamente predisposti per far fronte alla richiesta di sicurezza. Oltre ai servizi ordinari di pattuglia svolti dai carabinieri della stazione di Porto Recanati e dalla Compagnia di Civitanova, il comando provinciale ha organizzato una serie di interventi mirati.

Il colonnello Michele Roberti, comandante provinciale dei carabinieri

In campo anche i reparti dell’organizzazione mobile (militari dei Battaglioni/Reggimenti Mobili) e speciale dell’Arma (Nucleo cinofili del Comando legione di Ancona, carabinieri forestali, Nucleo elicotteri dei carabinieri di Pescara). Nel primo semestre i carabinieri hanno arrestato 12 persone, sia in flagranza che in esecuzione di ordinanze di custodie cautelari, per spaccio di stupefacenti, reati contro il patrimonio e l’amministrazione della giustizia; mentre le persone denunciate sono 177, di cui 39 per traffico di stupefacenti, con il relativo sequestro di 150 grammi tra hashish e marijuana e 70 grammi tra cocaina ed eroina, nonché di una somma di denaro pari a circa 3mila euro quale provento di spaccio. 14 le proposte di foglio di via dal comune, 26 le denunce per non aver rispettato il foglio di via. Numerosissime sono state le persone (1439) e i mezzi (632) controllati, soprattutto di soggetti provenienti da fuori regione e provincia, per arginare il cosiddetto fenomeno del “pendolarismo delinquenziale”.

(Servizio in aggiornamento)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X