facebook rss

Perde il portafogli
e lo ritrova in un giardino privato
con soldi e documenti

JESI - Il bel gesto di una jesina di 48 anni che stamattina ha riconsegnato il portamonete con 200 euro al comando della Pm rifiutando la ricompensa dal proprietario 67enne, lascia aperto il giallo sul 'viaggio' di chilometri che l'oggetto ha percorso nei 4 giorni di smarrimento
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Perde il portamonete lunedì scorso a Jesi, ne denuncia lo smarrimento ai carabinieri e stamattina riceve la gradita telefonata dal comando della Polizia locale di Jesi che lo invita a passare in sede per ritirare il suo portafogli, ancora pieno di soldi e documenti. La stranezza di tutta la vicenda è che il portafoglio del 67enne jesino è stato ritrovato abbandonato nel giardino di casa di una sua concittadina di 48 anni, sempre nell’area del centro città ma a qualche chilometro di distanza da dove l’uomo credeva di averlo perso. La donna stamattina ha riconsegnato l’oggetto con circa 200 euro di banconote nascoste tra i documenti e alcune bigliettini alla Polizia locale, rifiutando categoricamente la ricompensa che il legittimo proprietario voleva consegnarle. Resta da capire come il portamonete sia ricomparso in quel giardino privato dopo 4 giorni di assenza e di ‘viaggio’. La soddisfazione per il proprietario è stata comunque doppia perché il ritrovamento dei documenti che credeva smarriti  ha permesso di bloccare il lungo iter per ottenere i duplicati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X