facebook rss

Armato di mannaia
minaccia il convivente della madre:
28enne bloccato dai carabinieri

RECANATI - I militari hanno sentito le grida d'aiuto della donna mentre stavano controllando, lungo la via dove si trova l'abitazione, una Fiat Punto della Croce gialla rubata il giorno prima. L'uomo è stato ricoverato all'ospedale di Civitanova e denunciato
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Armato di una mannaia minaccia il convivente della madre. Fermato dai carabinieri che passando per la strada, a Recanati, avevano notato una Fiat Punto della Croce gialla rubata il giorno prima. È vivo grazie all’intervento di due militari dell’Arma il convivente di una donna minacciato dal figlio di lei ieri mattina a Recanati. Sono circa le 12 quando la pattuglia si trova a passare in una via della città leopardiana. Qui, fuori da un’abitazione, rintracciano una Fiat Punto, con la livrea della locale Croce gialla, rubata il giorno prima. Durante le operazioni di recupero, i carabinieri iniziano a sentire le invocazioni di aiuto di una donna. Da una abitazione lì vicino arrivano grida e richieste di aiuto. I carabinieri accorrono e trovano il figlio della donna in stato di forte agitazione: il ragazzo aveva gettato parte del mobilio per le scale e armato di una mannaia da cucina di medie dimensioni, di circa 26 centimetri, affrontava, minacciandolo, il convivente della donna. I carabinieri si sono interposti tra l’aggressore e la vittima e hanno tentato di calmare il ragazzo che però si è scagliato contro uno dei due militari provando a colpirlo con l’arma che brandiva. Il militare è riuscito pero’ a schivare i colpi, bloccarlo e con l’aiuto del collega, a disarmarlo. Gli operatori del 118, fatti subito intervenire, constatato il suo forte stato di agitazione, lo trasportavano all’ospedale di Civitanova dove veniva ricoverato con provvedimento di accertamento sanitario obbligatorio (aso).  Il 28enne, oltre la denuncia per i reati di violenza e resistenza a pubblico ufficiale – minacce aggravate – maltrattamenti in famiglia e porto abusivo arma bianca, è stato anche denunciato per il reato di furto aggravato per il possesso dell’auto della Croce gialla di Recanati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X