facebook rss

Insulti e minacce alla Boldrini, sotto
indagine un 41enne di Castelfidardo

INCHIESTA - Nel mirino della procura di Roma sono finite due mail inviate dall'uomo nel novembre 2017 e riportanti frasi cariche di odio per l'ex ministro della Camera e legate alle politiche di accoglienza verso i migranti: "Ti violentassero tutti quelli che fai entrare in Italia" sarebbe stato scritto in una missiva
Print Friendly, PDF & Email

Laura Boldrini in una foto per l’inaugurazione del nuovo centro nazionale della Lega del Filo d’Oro

 

“Quelli che fai entrare, portali tutti a casa tua”, oppure: “Ti devono violentare i neri che fai entrare in Italia”. Sono solamente alcune delle frasi che un artigiano di 41 anni residente a Castelfidardo avrebbe indirizzato all’ex presidente della Camera Laura Boldrini. Minacce e insulti finiti al vaglio della procura di Roma, dove la deputata eletta alle scorse elezioni ha deciso di sporgere denuncia contro il fidardense. L’uomo, difeso dall’avvocato Francesco Nucera, è attualmente indagato per due reati: minacce e diffamazione aggravata. In due e-mail avrebbe riversato tutto il suo odio contro la Boldrini, minacciandola per la sua ideologia legata all’accoglienza dei migranti. Per inviare le lettere, risalenti al novembre 2017, l’uomo non si sarebbe camuffato dietro a un indirizzo di posta elettronica fasullo, ma avrebbe utilizzato quello personale. Gli agenti della Polizia Postale ci hanno messo poco a risalire all’identità del 41enne, non legato ad alcuna fazione politica. Pochi giorni fa è stato chiamato dagli inquirenti dopo la notifica della notizia di reato avvenuta a luglio. Non ha risposto ad alcuna domanda. Le mail, inoltre, sarebbero state cestinate dopo l’invio. La denuncia farebbe capo alla decisione della Boldrini, presa nell’agosto dello scorso anno, di denunciare qualsiasi forma di violenza perpetrata nei suoi confronti per mano degli haters da tastiera. L’onorevole aveva lanciato l’hashtag AdessoBasta. A farne le spese, anche il 41enne.

(Fe.ser)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X