facebook rss

Suona la campanella
per 8.370 studenti

JESI - Sta per suonare la campanella per 8.370 studenti di Jesi, compresi quelli della Vallesina che scendono nella nostra città per frequentare le superiori. E per 346 remigini che per la prima volta frequenteranno la scuola primaria.
venerdì 14 settembre 2018 - Ore 11:45
Print Friendly, PDF & Email

Campanella pronta a suonare per 8.370 studenti di Jesi, compresi quelli della Vallesina che scendono nella nostra città per frequentare le superiori. E per 346 alunni sarà il fatidico primo giorno di scuola in una delle 9 primarie presenti, anche se la Martiri della Libertà resterà chiusa per i lavori di adeguamento sismico (cantiere già aperto, oltre mezzo milione l’investimento previsto) con le 10 classi trasferite quest’anno tra il Gemma Perchi e la Federico II ed alunni accompagnati da bus navetta gratuito andata e ritorno.
Nel dettaglio sono 897 i bambini che andranno alla scuola dell’infanzia (le materne), 1.847 alle primarie (elementari) e 1.123 alle secondarie di 1° grado (le medie). “Le iscrizioni si sono susseguite in un clima di collaborazione tra dirigenti scolastici e Comune – ha sottolineato l’assessore ai servizi educativi Marisa Campanelli – e questo è un segnale importante di condivisione.
Abbiamo già avuto una prima riunione con i dirigenti scolastici per affrontare e superare le prime criticità di inizio anno scolastico. A loro abbiamo anche anticipato che vorremmo sviluppare nel corso dell’anno scolastico alcuni progetti su tematiche che riteniamo importanti anche sotto il profilo sociale come le nuove dipendenze (internet e gioco d’azzardo), il bullismo, le problematiche affettive e la sessualità. Sotto il profilo della distribuzione dei ragazzi stranieri, la situazione va sempre migliorando per due aspetti: il primo è che, di anno in anno, i bambini che entrano per la prima volta in classe hanno un grado di scolarizzazione sempre maggiore, dunque il problema della lingua è superato, benché ne restino ovviamente altri; il secondo è che parte degli stranieri che vivono a Jesi hanno trovato casa anche in altre zone rispetto ai quartieri dove è maggiore la concentrazione di immigrati, passando dunque sotto la competenza, stradario alla mano, di altri Istituti comprensivi. Ciò non toglie che anche quest’anno garantiremo il “patto per la scuola”, consentendo a 47 famiglie di stranieri che scelgono di mandare il proprio figlio in altre scuole della città rispetto a quelle di pertinenza di avere scuolabus e mensa gratuiti”.
Relativamente alle superiori il Liceo Scientifico (comprensivo degli indirizzi Linguistico, Scienze Applicate e Sportivo) si conferma l’istituto con più iscritti con 1.121 studenti, seguito dall’Itas Galilei con 816 e il Liceo Classico (comprensivo di Scienze Umane e Economico Sociale) con 750. In tutto frequenteranno gli 8 istituti superiori complessivamente 4.503 alunni, di cui 1.097 al primo anno.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X