facebook rss

«Le ordinanze dovrebbero
vietare l’esposizione degli animali
nelle fiere», l’Oipa replica al Comune

CASTELFIDARDO - Le guardie zoofile dell'associazione animalista replicano alla risposta dell'amministrazione comunale in merito alla vendita di animali durante la fiera "Crocette in festa"
giovedì 20 Settembre 2018 - Ore 15:42
Print Friendly, PDF & Email

Un momento della manifestazione ‘Crocette in festa’ (Foto di archivio)

 

«Le ordinanze emesse dovrebbero essere più educative e completamente in linea con il benessere animale, e dovrebbero vietare totalmente l’esposizione e la vendita degli animali, limitando la stessa al commercio di oggetti per animali e non animali come oggetti». Così l’Oipa replica alla risposta dell’amministrazione comunale di Castelfidardo relativa agli animali esposti e venduti per tutta la durata la fiera “Crocette in festa”.

In occasioni come queste, infatti, gli animali subiscono un trattamento tutt’altro che rispettoso: vengono prelevati dal negozio, devono viaggiare – spesso ammassati – chiusi in un furgone, vengono poi scaricati in fiera come mera merce ed espositi ad un ambiente iper-stimolante, e tutto ciò si ripete la sera al contrario. Aumentando l’ora di esposizione, non si è evitato lo stress dello spostamento, ma si è notevolmente aumentato quello relativo al contatto con la folla, con rumori ed odori forti ed intensi a cui gli animali non sono abituati. Non stupisce di aver letto che, animali acquistati il giorno prima alla fiera, erano già deceduti il giorno dopo.

«Ci fa piacere apprendere che l’amministrazione comunale resti disponibile alla collaborazione e al confronto con noi – dichiara Rocco Coretti, coordinatore regionale delle guardie zoofile Oipa Marche –. Abbiamo già presentato, da oltre un anno, un nuovo regolamento già adottato da altre amministrazioni, approvato dal servizio veterinario locale e dal corpo dei carabinieri forestali, ed abbiamo richiesto che fosse visionato e valutato insieme agli avvocati del nostro sportello legale, ma tutto è ancora fermo. Ci auspichiamo che motivazioni come queste, possano bastare per comprendere il nostro dissenso e possano essere migliorative per gli eventi futuri».

Animali in vendita alla fiera di Crocette, il Comune: “Monitoraggio costante”

Fiera di Crocette, Oipa denuncia: “Esposizione prolungata degli animali in vendita”

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X