facebook rss

Agricoltura in festa: Copagri sceglie
l’Abbadia di Fiastra per celebrare
l’evento nazionale

Agricoltura e turismo enogastronomico come ricetta per rilanciare le zone colpite dal sisma. Spettacoli, mostre-mercato, tavole rotonde e concerti dal 5 al 7 ottobre a Tolentino
lunedì 1 Ottobre 2018 - Ore 17:46
Print Friendly, PDF & Email

I presidenti Copagri Franco Verrascina e Copagri Marche Giovanni Bernardini presentano la settima edizione della festa nazionale

Una vetrina per le eccellenze enogastronomiche del Made in Italy, ma soprattutto un evento per rilanciare le aree colpite dal sisma. Non è casuale la scelta dell’Abbadia di Fiastra come location per la settima edizione di «Agricoltura in Festa», la festa nazionale di Copagri, che quest’anno si svolgerà dal 5 al 7 ottobre. Delegazioni della Confederazione produttori agricoli provenienti da tutta Italia si incontreranno a Tolentino per prendere parte alla tre giorni che si articolerà in tavole rotonde, laboratori del gusto ed artigianali, concerti, mostre-mercato e degustazioni. «Le Marche sono tra le regioni più belle d’Italia – il commento di Franco Verrascina, presidente nazionale Copagri –, ma purtroppo il sisma del 2016 ha inferto una grande ferita, che può essere guarita cercando di superare le difficoltà. E l’agricoltura, i suoi prodotti ed il turismo enogastronomico possono essere un volano per il recupero di un ruolo importante nel panorama nazionale ed internazionale».

Il clou degli eventi avrà luogo sabato e si aprirà, alle 9.30 al Castello della Rancia, con un concerto di pianoforte a quattro mani del duo formato da Lucia Romanelli e Marco Allevi, seguito da una tavola rotonda condotta dal vicedirettore del Tg5 Giuseppe De Filippi, dal titolo «Agricoltura e turismo enogastronomico per la rinascita del territorio». Introdotta dal presidente di Copagri Marche, Giovanni Bernardini, vedrà la partecipazione di Verrascina, della vicepresidente della giunta regionale, Anna Casini, e del professor Alessio Cavicchi dell’Unimc. Alle 13.30 è previsto il taglio del nastro all’area mercato delle aziende agricole di Abbadia di Fiastra, Tolentino ed Urbisaglia e poi la festa proseguirà per tutte le giornate di sabato e domenica. «A due anni dal sisma – sottolinea Bernardini – siamo tornati in un’area fortemente ferita nel 2016. L’Abbadia di Fiastra, emblema di questo territorio, è oggi per l’80% inagibile, ma ciononostante l’abbiamo scelto per dare un segnale ed aiutare i cittadini a capire che si può comunque usufruire di questi meravigliosi posti: la maggior parte degli eventi si svolgeranno in tensostrutture nell’area verde intorno». Il 6 ottobre aprirà i battenti l’XI Mostra mercato dei prodotti agricoli e artigianali del centro Italia che si chiuderà domenica alle 19: cinquanta stand esporranno il meglio dell’enogastronomia del territorio, accompagnati da concerti come quello della Riccardo Foresi & That’s Amore Swing Orchestra, in programma alle 17 del 7 ottobre. «Cercheremo di rendere protagonista l’agricoltura, sempre più volano per lo sviluppo del territorio», ha concluso Andrea Passacantando, presidente di Copagri Macerata, alla conferenza di presentazione della festa che si è svolta stamattina a palazzo Raffaello.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X