facebook rss

Atti sessuali con un cliente,
blitz nel night: tre donne nei guai

MACERATA - Gli agenti della questura hanno controllato il Kristal al Piediripa: una giovane romena sorpresa a palpeggiare un 66enne. Indagate anche la responsabile del locale e la titolare, anche loro romene di 43 e 38 anni. Licenza sospesa per 15 giorni
sabato 27 Ottobre 2018 - Ore 13:30
Print Friendly, PDF & Email

Gli agenti mettono i sigilli al night

 

Sorpresa a palpeggiare un cliente, blitz in un night: tre donne nei guai e licenza sospesa. E’ questo l’esito di un controllo effettuato dalla polizia su disposizione del questore Antonio Pignataro. Nel mirino degli agenti della Divisione di polizia amministrativa, diretta dal vice questore Maurizio Marcucci e della Squadra mobile, diretta dal commissario capo Maria Raffaella Abbate, è finito il night club Kristal a Piediripa.

Il vicequestore Maurizio Marcucci e il commissario capo Maria Raffaella Abbate

I poliziotti sono entrati in azione venerdì sera. Nel locale c’erano una quindicina di persone, clienti per lo più e quattro o cinque ragazze. Gli agenti hanno trovato una 26enne romena, A. M., che si era appartata con un cliente, un 66enne residente in provincia e frequentatore abituale. La giovane è stata sorpresa proprio durante un atto sessuale, in pratica stava palpeggiando l’uomo. Per la prestazione erano stati pagati 30 euro, 15 euro ogni venti minuti.  Per questo sono indagati per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione A. A. L., romena di 43 anni, che al momento del controllo era la rappresentante della licenza e infatti i 30 euro li aveva incassati lei e la ragazza di 26 anni per favoreggiamento, nonostante fosse stata sorpresa ha tentato in ogni modo di negare l’evidenza e difendere la titolare. La giovane peraltro era arrivata nel nostro Paese appena il giorno prima, non parla italiano e non aveva un regolare contratto di assunzione. Anche la titolare è finita nei guai, un’altra romena di 38 anni, B. M. T. Durante il controllo, infatti, gli agenti hanno scoperto che la 26enne alloggiava in un degli appartamenti sopra al night e come lei anche altre ragazze, case che vengono affittate proprio dalla titolare del night. Il Comune però aveva già emesso un’ordinanza di cessazione dell’attività alberghiera per quegli appartamenti. Da qui la denuncia per la titolare e le due sanzioni per aver esercitato l’attività alberghiera senza autorizzazione. Il questore ha anche sospeso per 15 giorni la licenza del night. Anche l’anno scorso cinque persone erano finite nei guai per sesso all’interno del locale.

(foto Fabio Falcioni)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X