facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Elemosina negata, ragazzi presi a schiaffi
e minacciati con una bottiglia

SENIGALLIA – Dopo l'aggressione di quindici giorni fa subita da due ragazze, ancora un episodio di molestie per estorcere denaro
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Si rifiutano di fare l’elemosina, ragazzi presi a schiaffi e minacciati con una bottiglia. Ancora un episodio di molestie per estorcere denaro, dopo l’aggressione subita quindici giorni fa da due ragazze minorenni, di cui una finita all’ospedale per le percosse ricevute da due uomini 30enni nella zona della Rocca Roveresca. Questa volta l’aggressione è avvenuta nei pressi della Chiesa della Croce, dove un gruppo di minorenni è stato fermato da tre giovani, due ragazzi ed una ragazza, che chiedevano con insistenza del denaro. I minori hanno inizialmente rifiutato di fare l’elemosina, causando la reazione dei tre. Prima uno ha mostrato una bottiglia di vetro, impugnata come un’arma, minacciando che l’avrebbe scagliata e poi ha colpito con uno schiaffo uno dei giovani del gruppo. A quel punto le vittime, per evitare altre reazioni, hanno lasciato alcune decine di euro e i tre velocemente si sono defilati verso le vie del centro. Subito è scattata la chiamata al 113 e la ricerca da parte degli agenti del Commissariato di Senigallia. Per ora i tre sono riusciti a farla franca, confondendosi nel via vai di persone nella zona del centro e della stazione.

Ragazze prese a schiaffi per un’elemosina negata

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X