facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Un altro arresto
al parco del Vallato

JESI - Non si fermano i controlli della locale compagnia all'interno del grande parco cittadino. Sale a quattro il numero degli arresti
Print Friendly, PDF & Email

Carabinieri di Jesi durante un controllo al parco del Vallato

 

di Talita Frezzi

Nuovo intervento dei carabinieri della compagnia di Jesi al Parco del Vallato, martedì pomeriggio (27 novembre) ma stavolta con un obiettivo ben preciso, quello di portare in caserma un extracomunitario che si aggirava con fare sospetto tra i cespugli e le panchine del grande parco cittadino. Lo avevano individuato, bloccato e accompagnato alla caserma di corso Matteotti per le procedure di identificazione e per i controlli. Ieri (28 novembre) tutti i minuziosi accertamenti condotti a carico del 42enne extracomunitario hanno portato al suo arresto in quanto risultato essere trasgressore degli obblighi imposti dall’autorità giudiziaria. Per queste violazioni, reiterate nel corso del tempo, per lui si sono aperte le porte del carcere di Montacuto di Ancona dove è attualmente rinchiuso.
Con quello di martedì sale a quattro il numero degli stranieri arrestati dai carabinieri nelle ultime settimane sempre al parco del Vallato, polmone verde della città più volte al centro del dibattito cittadino per il degrado sociale che lo sta attanagliando, tra aggressioni, spaccio di droga e balordi di vario genere che si accampano su panchine e muretti infastidendo i passanti. Un problema grave che è stato affrontato al centro del dibattito al Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica del 15 novembre scorso, da cui è emersa una chiara presa di posizione da parte del Comando provinciale carabinieri di Ancona: quella zona va costantemente presidiata, con servizi mirati sia in abiti civili per intercettare eventuali episodi di spaccio sia, parallelamente, con le macchine d’istituto, affinché i cittadini e residenti del quartiere attorno al parco vedano la presenza dell’Arma come deterrente agli episodi criminosi. Una presenza costante e capillare fino al raggiungimento dell’obbiettivo di ripulire il parco da spaccio e criminalità di vario genere, per restituirlo nel pieno del decoro e della fruibilità alla cittadinanza.
Numerosi anche i servizi con le unità cinofile del Nucleo di Pesaro, che proprio nei giorni scorsi hanno permesso di rinvenire del denaro di provenienza illecita occultato in un cespuglio e di arrestare due spacciatori stranieri con 100 grammi di hashish. La presenza dei Carabinieri, insieme a quella della Polizia locale e del Commissariato, rappresenta per i cittadini una efficace risposta alla loro richiesta di attenzione e di intervento in uno dei parchi cittadini più belli ma fortemente a rischio. I controlli continueranno anche nei prossimi giorni.

Parco del Vallato, un altro straniero fermato

Degrado al parco del Vallato, il sindaco interviene: «Presto nuova illuminazione e telecamere»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X