facebook rss

Stagione crocieristica da record,
Msc conferma Ancona porto
di riferimento anche per 2019 e 2020

TURISMO – Nel 2018, 67 mila passeggeri transitati nello scalo (+29% in un anno), massiccia presenza internazionale (73% dei croceristi) e boom anche nel segmento dei traghetti, con oltre un milione di persone
mercoledì 12 Dicembre 2018 - Ore 22:12
Print Friendly, PDF & Email

L’8 novembre, con l’ultimo dei 40 approdi delle navi da crociera nello scalo dorico, si è chiusa una stagione di accoglienza turistica targata Welcome to Ancona molto positiva: da aprile il movimento croceristico ha visto il transito di 67.000 passeggeri, trend in aumento rispetto alla stagione precedente (+29%). In altre parole, nel 2018, quasi un crocerista su cinque ha scelto di imbarcarsi ad Ancona. Protagonista indiscussa di questo successo è la compagnia MSC che con la nave Sinfonia (la più capace tra quelle approdate in dodici anni di sbarchi al porto di Ancona) ha effettuato 20 toccate, ogni venerdì dal 18 maggio al 5 ottobre. La compagnia ha già confermato la sua presenza ad Ancona per le stagioni 2019 e 2020: il prossimo anno, approderà nello scalo dorico con MSC Sinfonia 28 volte – dal 17 maggio al 22 novembre con partenze per crociere settimanali ogni venerdì – trasportando nel capoluogo marchigiano oltre 60mila passeggeri. «Ancona si conferma il nostro porto di riferimento nel Medio Adriatico – fa sapere Marco Vedovato, Area Manager di Msc Crociere – e continueremo ad impegnarsi per portare sempre più turisti in questa magnifica città». Agli scali operati nel 2018 da Msc, si aggiungono i 20 effettuati di altre compagnie crocieristiche che sempre più spesso scelgono il porto dorico.

Una veduta del porto di Ancona (foto d’archivio)

Sempre forte la presenza di passeggeri di nazionalità straniera che rappresentano i tre quarti dei crocieristi: quest’anno, a farla da padrone sono stati gli spagnoli, il 15% del totale dei turisti stranieri, seguiti da francesi, tedeschi e portoghesi. Passeggeri in arrivo anche da oltre oceano, soprattutto da Australia e Usa.

Ad accogliere questo importante flusso turistico nella stagione Welcome Ancona 2018 ci hanno pensato l’Infopoint ed il Centro IAT regionale, grazie all’accordo di partenariato tra Camera di Commercio delle Marche, Regione, Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale e Comune di Ancona.

Una veduta aerea del porto di Ancona

«Questo progetto unico nel suo genere è un ottimo esempio di collaborazione tra Istituzioni – ha osservato il presidente della Camera di Commercio delle Marche, Gino Sabatini –. Ora che il sistema camerale è compatto in un’unica realtà, la sfida nuova è quella di imprimere a Welcome un respiro davvero marchigiano, che valorizzi tutte le realtà di un territorio». Prospettiva che viene condivisa anche dal presidente dell’Autorità di sistema portuale, Rodolfo Giampieri, secondo cui «l’arrivo dei crocieristi rappresenta, oltre che un volano economico con ricadute dirette, una grande scommessa per tutto il sistema economico con l’obiettivo di creare le premesse affinché possano tornare da turisti sui nostri territori». Per l’assessora comunale al Porto, Ida Simonella, «il fatto che si consolidi un segmento di traffico come quello crocieristico è motivo di soddisfazione per la crescita del porto e del territorio. In particolare la presenza costante di MSC negli anni ci ha consentito di sperimentare un’offerta turistica sempre nuova con un target prevalentemente internazionale, aggiustando il tiro delle nostre proposte a seconda dei risultati e del gradimento».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X