facebook rss

Cosmari, entra anche Loreto:
aumento di capitale
di 440mila euro

UFFICIALIZZATO oggi l'ingresso del Comune anconetano. Già da due anni aveva affidato alla realtà tolentinate la gestione integrata dei rifiuti
Print Friendly, PDF & Email

 

Il comune di Loreto è entrato ufficialmente a far parte di Cosmari srl. Stamattina il sindaco Paolo Niccoletti e il direttore Giuseppe Giampaoli, delegato dal presidente Graziano Ciurlanti hanno sottoscritto dal notaio l’atto per acquisire le quote. L’aumento di capitale corrispondendo deciso dai comuni che fanno parte del Cosmari aumenta a ammonta a 440mila euro.

Anche se di fatto il Loreto già da due anni ha affidato al Cosmari la gestione integrata dei propri rifiuti che comprende sia l’igiene ambientale che il servizio di porta a porta e la gestione del centro di raccolta, dopo un lungo lavoro preparatorio, iniziato lo scorso gennaio, solo in questi giorni si è giunti all’ingresso ufficiale nella società Cosmari di Loreto. Il Comune, oltre ad una parte in denaro, per formalizzare l’acquisto delle quote, ha ceduto al Cosmari i propri mezzi e una parte di un immobile che viene utilizzato proprio per il ricovero degli automezzi e per il rimessaggio di alcune attrezzature, oltre che come punto di appoggio dei dipendenti.

Il comune di Loreto era stato autorizzato dalla Regionee del proprio Ambito territoriale ambientale, avendo la maggior parte del proprio territorio confinante con il maceratese, ad affidare la gestione dei rifiuti a Cosmari e entrando di fatto nell’Ata 3. In particolare è stato adottato uno specifico progetto di raccolta differenziata porta a porta che, tenendo conto delle specificità, delle esigenze e dei flussi turistcii di Loreto ha consentito, in tempi brevissimi, di far aumentare la raccolta differenziata che ormai è consolidata su valori pari al 75 percento con alcune punte che sfiorano il 77-78 percento come lo scorso novembre. «Siamo arrivati – spiega Niccoletti – alla conclusione di un percorso che ci ha condotto in poco tempo ad innalzare la raccolta differenziata di dieci punti ma anche di abbassare le tariffe. Questo cambiamento è stato recepito positivamente dai nostri concittadini che hanno dimostrato comprensione e collaborazione». Per Giampaoli l’ingresso di Loreto «testimonia che i nostri servizi riescono a rispondere alle esigenze dei cittadini e anche a città importanti come Loreto. Siamo certi che Loreto saprà dare il proprio apporto positivo anche ai lavori dell’assemblea dei Comuni soci, contribuendo di fatto alla crescita della nostra società».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X