facebook rss

Diffamazione, condannato
il cognato di Predieri

LA SENTENZA del tribunale di Pesaro ha stabilito 3 mesi di reclusione, con sospensione condizionale della pena, per Simone Bertolini. La vicenda era legata ad alcune affermazioni riportate all'interno della trasmissione Chi l'Ha Visto? in riferimento all'inchiesta che ha portato Alessandro Predieri, marito della sorella, ad affrontare un processo in Corte d'Assise finito lo scorso dicembre con il riconoscimento di un solo reato rispetto ai tre contestati inizialmente dalla procura (violenza sessuale, riduzione in schiavitù e istigazione al suicidio)
giovedì 14 Marzo 2019 - Ore 10:23
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Diffamazione contro Alessandro Predieri: condannato il marito della moglie. La sentenza a favore del 32enne senigalliese, condannato lo scorso dicembre a scontare otto anni e mezzo per violenza sessuale al termine di un processo tenutosi davanti alla Corte d’Assise di Ancona, è arrivata al tribunale di Pesaro dove era imputato Simone Bertolini. La nota dei legali del senigalliese e di sua moglie, Gilberto Gianni e Massimiliano Cornacchia: «Nella giornata di martedì 12 marzo 2019 si è celebrata davanti al Tribunale penale di Pesaro l’udienza conclusiva del processo di primo grado contro Simone Bertolini, accusato del reato di diffamazione continuata ed aggravata nei confronti di Alessandro Predieri, in ragione di alcune dichiarazioni rilasciate, nel 2016, nel corso di due puntate della trasmissione televisiva “Chi l’ha Visto?”.
L’imputato è stato condannato alla pena di tre mesi di reclusione (col riconoscimento delle attenuanti generiche e della pena sospesa) ed al risarcimento dei danni in favore di Alessandro Predieri, della moglie di quest’ultimo, Jessica Bertolini e di Stefano Predieri, costituitisi parte civile, rispettivamente, con gli Avvocati Massimiliano Cornacchia, Tiziana Casali e Gilberto Gianni del Foro di Rimini. I fatti di questo processo si inseriscono nella vicenda giudiziaria, seguita appunto dalla trasmissione “Chi l’ha Visto?”, che ha visto Alessandro Predieri imputato, in primo grado, davanti alla Corte di Assise di Ancona, la quale, per quel che riguarda le ipotesi di reato concernenti proprio l’attuale moglie, Jessica Bertolini (parte civile, contro il fratello, nel processo di Pesaro), aveva già assolto Alessandro Predieri, nel dicembre del 2018, perché il fatto non sussiste».

Accusato di schiavizzare le fidanzate, Predieri condannato a otto anni e mezzo di carcere

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X