facebook rss

Si improvvisa corriere della droga
per problemi economici: arrestato

SENIGALLIA - Incensurato, 45 anni, è stato bloccato dai carabinieri a Marzocca e sottoposto a perquisizione. Sotto sequestro 23 grammi di cocaina. Ai militari ha detto di trasportarla per conto di un'altra persona con la promessa di ricevere in cambio soldi
martedì 7 Maggio 2019 - Ore 15:57
Print Friendly, PDF & Email

La cocaina sequestrata

 

I carabinieri della Compagnia di Senigallia hanno arrestato un 45enne, originario della provincia di Caserta, residente a Marzocca, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nel corso dell’attività sono stati sequestrati 23 grammi di cocaina. Le manette sono scattate ieri sera, nel corso di un controllo sulla strada intercomunale San Silvestro, quando una pattuglia ha intimato l’alt alla Volkswagen Polo condotta dal 45enne.  L’uomo al momento del controllo ha manifestato subito un certo nervosismo. In particolare, ha iniziato a balbettare e quando ha consegnato i documenti le mani erano tremolanti. I carabinieri operanti hanno pensato che l’automobilista non si sentisse bene e gli hanno chiesto se avesse necessità di un’ambulanza sul posto. L’uomo, invece, rifiutando la richiesta e rispondendo che stava bene, con un gesto veloce ha tirato fuori dalla tasca anteriore del pantalone un pacchetto di sigarette che ha poi tentato di nascondere nella tasca posteriore. Lo strano movimento però non è sfuggito ai militari che gli hanno chiesto di consegnare il pacchetto per verificare cose contenesse. All’interno infatti erano presenti 6 piccoli involucri di cellophane termosaldato, tutti della stessa misura, di circa 1 grammo ciascuno, contenenti cocaina.  A quel punto, il 45enne è stato perquisito sul posto e sempre nella stessa tasca anteriore sono stati rinvenuti ulteriori due involucri di plastica, contenenti la medesima sostanza L’uomo ha ammesso che si trattava di cocaina dichiarando di non fare uso di droghe ma, trovandosi in una temporanea difficoltà economica, l’aveva acquistata per conto di un’altra persona che per questo lo avrebbe ricompensato. Questa mattina, il tribunale di Ancona ha convalidato l’arresto ed in attesa dell’udienza per il giudizio, fissata il 18 maggio prossimo, ha applicato  la misura cautelare dell’obbligo di presentazione in caserma tre giorni a settimana.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X