facebook rss

Metro e biadesivo
per rubare le offerte
in basilica: denunciato

LORETO - I carabinieri hanno individuato il 40enne mentre si aggirava con fare sospetto nel centro storico della città. Denunciato invece per possesso ingiustificato di arnesi da scasso un 22enne trovato con un palanchino in ferro della lunghezza di 60 centimetri nascosto in auto
mercoledì 22 Maggio 2019 - Ore 15:19
Print Friendly, PDF & Email

 

Controlli straordinari nella giornata di ieri da parte dei carabinieri della Compagnia di Osimo che hanno svolto mirati servizi nella Valmusone e Riviera del Conero, impiegando 13 militari e 5 autoradio. A Loreto in particolare i militari hanno denunciato in stato di libertà un cittadino albanese 22enne, per possesso ingiustificato di arnesi da scasso. I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Osimo hanno intimato l’alt, in via Borsellino ad un’autovettura Audi A3 condotta dal ragazzo, che nella circostanza ha evidenziato un certo nervosismo. Al successivo controllo del veicolo è stato rinvenuto, ben occultato sotto il sedile lato conducente, un palanchino in ferro della lunghezza di 60 centimetri, sottoposto a sequestro. Alla richiesta di una spiegazione rispetto a quanto trovato, l’uomo non è stato in grado di fornirla.

Sempre nella città mariana ieri è stato denunciato un 40enne di origine campana ma residente a Porto Recanati, ritenuto responsabile di possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli. L’uomo, gravato da numerosi pregiudizi penali, è stato sorpreso aggirarsi nel centro storico con fare sospetto tanto da attirare l’attenzione dei carabinieri lauretani. All’invito di esibire i documenti di identità, si è mostrato irrequieto ed insofferente. Dalla successiva perquisizione personale, i militari hanno rinvenuto un metro flessibile artatamente modificato per la “pesca” dalle cassette per le offerte delle offerte ed un rotolo di nastro biadesivo, nascosti in un marsupio. Un attrezzatura per i furti che spesso si verificano all’interno della Basilica della Santa Casa.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X