facebook rss

“Suo figlio è stato arrestato”
e spariscono 3mila euro:
truffata una 90enne

JESI - La nonnina novantenne nella trappola di una sedicente avvocatessa e di un finto carabiniere che sono riusciti a sottrarle il denaro
venerdì 24 Maggio 2019 - Ore 08:40
Print Friendly, PDF & Email

Foto archivio

Una sedicente avvocatessa e un finto carabiniere truffano una pensionata di 90 anni. E’ successo mercoledì ai danni di un’anziana residente in via dei Colli, vicino all’ospedale a Jesi. La poveretta è stata raggiunta al telefono da una donna che, spacciandosi per un’avvocatessa, la informava che il figlio era stato arrestato e si trovava rinchiuso in carcere. E che i carabinieri le avrebbero poi detto di più. Poco dopo, suona alla porta un complice, che si qualifica come militare e aggiunge una serie di dettagli e di chiacchiere che confondono l’anziana inerme. Alla fine giunge la richiesta di denaro per cavare d’impaccio il figlio della donna e lei, poverina, si fida e consegna il denaro (quasi 3mila euro). Quando finalmente riesce a contattare il figlio la nonnina scopre che era tutta una truffa e chiama il 112. E’ la terza vittima della truffa del finto carabiniere. Si raccomanda la massima prudenza e di diffidare di chiunque.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X