facebook rss

Truffe online: tre denunce
per compravendite fantasma

SENIGALLIA - I millantatori del web sono stati identificati dagli agenti del Commissariato dopo le denunce delle vittime
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Truffe online perpetrate sul web: tre denunce dopo le indagini degli agenti del Commissariato di Senigallia. Nel primo caso, la venditrice, una giovane donna senigalliese, dopo aver posto in vendita dei pensili da cucina, ad una cifra di 500 euro, veniva contattata da un uomo che si mostrava interessato.  L’acquirente chiedeva alla donna di effettuare una ricarica su un bancomat che poi sarebbe stata restituita al momento del pagamento del prezzo del bene venduto. Successivamente chiedeva di effettuare un’altra ricarica su un’ulteriore carta di credito. Così facendo la donna versava una cifra di circa mille euro e poi contattava l’acquirente per avere notizia del pagamento degli oggetti venduti e della restituzione della somma anticipata. Da quel momento, l’acquirente si rendeva irreperibile. Gli agenti dunque effettuavano gli accertamenti e risalivano alle titolari delle carte ricaricate: due donne, M.A, 45enne originaria della Campania, e D.M.B. 19enne del Lazio.  L’altro episodio di truffa ha riguardato un  senigalliese che, interessato all’acquisto di un telefonino, avviava la trattativa via mail con un portale di vendite. Rispondeva all’annuncio e provvedeva al versamento della somma richiesta dall’acquirente, pari a 250 euro, senza però ricevere il telefonino acquistato.  Dopo la denuncia gli agenti verificavano che anche in altri casi erano state accertate delle truffe compiute utilizzando il medesimo portale di vendite on line utilizzato dal denunciante. I poliziotti risalivano al titolare del sito di vendite, che risultava essere un soggetto, C. G., salernitano di 50 anni, titolare di una ditta operante nel Napoletano. Anche in questo casa è scattata la denuncia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X