facebook rss

Estate e movida, tavolo
sulla sicurezza a Senigallia:
rafforzati controlli e prevenzione

IL COMITATO provinciale per l'ordine pubblico riunito stamattina in Comune con il prefetto D'Acunto. I reati sono in calo (-30%) ma per non abbassare la guardia nella prima realtà turistica della regione, la Capitaneria di Porto sarà dotata di ulteriori due motovedette e di un battello pneumatico, e i Vigili del Fuoco vedranno un incremento di 5 unità. Il sindaco Mangialardi: «Divertimento, economia, sicurezza e rispetto delle regole siano tasselli di un unico mosaico»
mercoledì 19 Giugno 2019 - Ore 16:19
Print Friendly, PDF & Email

La riunione del Comitato provincialòe per l’ordine pubblico presieduto dal prefetto D’Acunto stamattina a Senigallia

Il sindaco Mangialardi saluta il prefetto della Provincia di Ancona

 

Si è svolta questa mattina a Senigallia la riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. L’incontro, convocato dal prefetto di Ancona Antonio D’Acunto d’intesa con il sindaco Maurizio Mangialardi, è servito a definire gli indirizzi e le misure volte ad assicurare ordine, legalità e sicurezza pubblica in vista della stagione estiva. Tra i dati emersi particolarmente significativo è quello di un ulteriore calo dei reati commessi sul territorio di Senigallia. Dal raffronto tra i primi cinque mesi del 2018 e l’analogo periodo di quest’anno (anche se trattasi ancora di dati provvisori), si riscontra una diminuzione del totale dei reati pari al 30,4%; in particolare, i furti in abitazione calano del 25%. Tali dati confermano il trend in calo del numero dei reati dal 2016 in poi, pari al -17,7% (da 2.255 a 1.856).

«Un dato ovviamente non definitivo – ha spiegato il prefetto D’Acunto – ma che va apprezzato nella sua tendenza, il cui merito può essere sicuramente attribuito anche al lavoro svolto da questo comitato. Un comitato che, in vista della stagione estiva, anche quest’anno abbiamo voluto svolgere a Senigallia per dare un indirizzo strategico alla programmazione delle attività delle forze dell’ordine e di tutte le istituzioni preposte alla tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica in un territorio che rappresenta la prima realtà turistica della regione. Oltre al potenziamento che, come ogni anno, vedrà un incremento della presenza delle forze dell’ordine, l’estate 2019 sarà segnata anche dal rafforzamento della Capitaneria di Porto, che sarà dotata di ulteriori due motovedette e di un battello pneumatico, e dei Vigili del Fuoco, che vedranno un incremento di 5 unità”». Particolare attenzione è stata rivolta dal Comitato al contrasto all’abusivismo commerciale sull’arenile, secondo un modello di intervento sperimentato con successo nella passata stagione estiva, nonché alla vendita di bevande alcoliche ai minori e allo spaccio di sostanze stupefacenti. Il sindaco ha assicurato al riguardo la massima attenzione da parte dell’Amministrazione comunale. Con riferimento alle numerose manifestazioni estive in programma (Caterraduno, Summer Jamboree, ecc.), saranno predisposti specifici servizi di prevenzione e controllo con il supporto della Polizia locale. La Direzione marittima assicurerà i servizi a mare a tutela della sicurezza della navigazione e della balneazione, avvalendosi di due motovedette e di un battello pneumatico per interventi anche vicino riva. I Vigili del Fuoco assicureranno il concorso nelle principali manifestazioni di pubblico spettacolo, oltre a predisporre un rafforzamento dei servizi di vigilanza antincendi boschivi.

«Un grande ringraziamento va al nostro prefetto – ha detto il sindaco Maurizio Mangialardi – per la solita attenzione verso i temi della sicurezza pubblica che riguardano Senigallia e che ci permette, tramite l’azione coordinata con le forze dell’ordine, di svolgere un’importante attività di prevenzione. Ed è proprio questa modalità di privilegiare la programmazione, anziché inseguire le emergenze, che ci consente di garantire la sicurezza in una città turistica come la nostra. Come sempre, uno dei punti fermi sarà il contrasto alla somministrazione di alcol ai minori, con controlli mirati che, in caso di violazione delle norme, porteranno alla chiusura dei locali. Altrettanto ferma sarà la lotta contro la prostituzione, la contraffazione e l’abusivismo commerciale. Insomma, vogliamo che divertimento, economia, sicurezza e rispetto delle regole siano tasselli di un unico mosaico». «Da ultimo – ha concluso il sindaco – mi sia concesso di ringraziare il vicesindaco Maurizio Memè, che su mia delega presiede la commissione comunale di pubblico-spettacolo, la quale sta lavorando intensamente per garantire che i locali del nostro territorio rispettino in maniera integerrima le normative relative alla sicurezza».

Al termine, il Prefetto e i Vertici provinciali delle Forze di polizia, insieme col Sindaco, in qualità di Presidente di A.N.C.I. Marche, hanno firmato il “Protocollo d’intesa territoriale per la sicurezza delle discoteche”, con i rappresentanti delle associazioni dei gestori di locali da ballo (SILB-FIPE- Confcommercio e Fiepet Confesercenti) e dei servizi privati di vigilanza, sulla base dell’accordo quadro stipulato a livello nazionale. Il protocollo prevede, tra l’altro, l’impegno degli operatori del settore a collaborare con le Forze di polizia per evitare l’ingresso nei locali di persone pericolose per la sicurezza o che tengano condotte incompatibili con l’ordinata fruizione del locale.

Il sindaco Maurizio Mangialardi e il prefetto Antonio D’Acunto

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X