facebook rss

Tromba d’aria su Senigallia:
abbattuti alberi, tetti scoperchiati

MALTEMPO - Forti raffiche di vento miste a pioggia hanno spazzato nel tardo pomeriggio di oggi la Spiaggia di Velluto, E' volata via la copertura di un immobile in via Raffaello Sanzio. Le Squadre dei vigili del fuoco al lavoro
Print Friendly, PDF & Email

La tromba d’aria (foto Giusy Marinelli)

 

Dieci minuti di paura, con il vento fortissimo che fischiava tra le case, la sabbia che veniva spazzata sulla spiaggia nel parapiglia dei bagnanti in fuga, ed i rami degli alberi, i tronchi che rotolavano sulle strade. La tromba d’aria che nel tardo pomeriggio  di oggi si è abbattuta su Senigallia è arrivata dal mare ed ha spazzato le strade della città scoperchiando anche un tetto di un immobile di via Raffaello Sanzio vicino al ‘Videonolo’ e abbattendo un grosso albero in via Umberto Giordano, nel quartiere del Vivere Verde. Verso le 19.20, nella traiettoria della caduta la pianta ha quasi lambito il terrazzo di una abitazione. Le operazioni di rimozione di rami e alberi sradicati dalle forti raffiche di vento, che soffiavano a oltre 100 km orari, hanno comportato l’impiego di diverse squadre dei vigili del fuoco spostate sulla Spiaggia di Velluto anche dal distaccamento di Arcevia verso i punti più critici della viabilità per eliminare ostacoli e pericoli. Non si segnalano persone coinvolte o ferite.  Disagi anche alla circolazione ferroviaria. Un treno partito da Ancona e diretto a Rimini è stato bloccato dal maltempo verso le 19 alla stazione di Fano per poi  ripartire verso le 21.15.

Le previsioni metereologiche annunciano una nuova possibile perturbazione molto intensa. Il vento forte e le possibili piogge possono causare ancora disagi. «Sono già attive nel territorio le squadre reperibili per il controllo del territorio. Occorre prestare molta attenzione ai sottopassi, ed evitare il più possibile spostamenti non strettamente necessari». E’ l’invito rivolto dal comune di Senigallia a residenti e turisti.

(servizio aggiornato alle 22.30)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X