facebook rss

Droga e coltelli al parco del Vallato,
blitz dei carabinieri

JESI - Sono finiti nei guai in due: l'uno trovato in possesso di sostanza stupefacente e l'altro di un coltello a serramanico
Print Friendly, PDF & Email

Controlli dei Carabinieri di Jesi al parco del Vallato

di Talita Frezzi

Parco del Vallato, sorvegliato speciale: i Carabinieri di Jesi non hanno mai mollato sul garden al centro della città, salito alla ribalta delle cronache per il susseguirsi di episodi di spaccio, atti vandalici, molestie ai passanti. L’ennesimo controllo è scattato ieri pomeriggio, con i militari che avevano pianificato esattamente come intervenire: uomini sia dentro al parco che all’esterno, chiudendo le vie di fuga. Nel mirino degli uomini dell’Arma, un gruppo di giovani frequentatori abituali. Il controllo è scattato nella prima fase verso l’ora di pranzo e subito dopo le uscite dalle scuole. In azione i militari della Stazione di Jesi e del Nucleo Radiomobile.

Le pattuglie dei Carabinieri di Jesi dentro al parco del Vallato

Alla vista dei militari, si è creato un fuggi-fuggi generale di giovani che hanno tentato di sottrarsi al controllo e di allontanarsi dal parco. Tentativo vano, perché le vie di fuga erano sorvegliate da altre pattuglie. Sono stati individuati in particolare due avventori, uno italiano ed uno straniero, i quali sono stati trovati in possesso di sostanza stupefacente (marijuana) e di un coltello a serramanico. In totale sono stati sequestrati poco meno di 20 grammi di marijuana ed il coltello. I due sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e porto abusivo di armi e oggetti atti ad offendere.
La seconda fase dell’operazione è scattata nella tarda serata per verificare se la sicurezza ristabilita al Parco del Vallato nel primo pomeriggio fosse assicurata anche di notte.
Dall’ottobre del 2018 i Carabinieri di Jesi sono impegnati al contrasto dei fenomeni criminosi al Parco del Vallato. In un anno sono stati effettuati circa 80 controlli mirati solo in quel luogo, con poco meno di 160 persone controllate. Una media di quasi 7 controlli al mese, più di uno a settimana. Arrestate 10 persone per spaccio di sostanze stupefacenti, denunciate altrettante sempre per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini dello spaccio e altre 10 persone segnalate per uso personale di droghe. Denunciati due soggetti per porto abusivo di armi o oggetti atti ad offendere.

La caserma di Corso Matteotti

Il totale della sostanza stupefacente sequestrata ammonta a circa 300 grammi di hashish, poco meno di 50 grammi di marijuana, 1 grammo di eroina e uno di anfetamine. Numeri che in senso stretto potrebbero sembrare piccoli, ma che invece sono grandi se considerato che riguardano controlli in un giardino pubblico circoscritto pieno di insidie per i Carabinieri che, malgrado l’impegno ed il sacrificio, devono confrontarsi con un teatro operativo che spesso agevola la fuga dei malfattori per superficie e viottoli. Una zona molto difficile da circoscrivere. I controlli continueranno incessanti i controlli per garantire sicurezza e tranquillità ai giardini pubblici di Jesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X