facebook rss

Controlli sulla movida:
multa al Man Cave

JESI - Sono state elevate due contravvenzioni da 400 euro l’una per la mancanza dell’etilometro affisso alla parete e della tabella sulla sintomatologia da assunzione di alcol
Print Friendly, PDF & Email

Man Cave (foto pagina Fb del locale)

 

di Talita Frezzi

Stretta sul fronte della sicurezza e delle norme relative al pubblico spettacolo: fioccano multe al Man Cave, il garage cafè di via Setificio a Jesi. Ma se il titolare Riccardo Pierantognetti ammette i deficit che gli sono valsi due contravvenzioni da 400 euro l’una, d’altra parte sottolinea come sia complesso per chi gestisce un locale fare eventi o concerti considerando le stringenti normative attualmente vigenti. Il controllo è scattato sabato sera verso le 23. Al Man Cave era in programma il concerto live della band “Maloo”. Concerto che di fatto non è neanche iniziato, visto che il controllo – attuato da polizia locale, commissariato e vigili del fuoco – si è protratto fino alle 2. All’esito del controllo, sono state elevate due contravvenzioni da 400 euro l’una per la mancanza dell’etilometro affisso alla parete e della tabella sulla sintomatologia da assunzione di alcol.
«A settembre abbiamo fatto dei lavori al locale – spiega il titolare Riccardo Pierantognetti –. Ritinteggiando le pareti abbiamo dovuto staccare poster e cartelli incollati, tra cui quello relativo all’assunzione di alcol». L’etilometro era stato rimosso in quanto più volte danneggiato e non utilizzato. Ma la questione dei controlli è ben più complessa e non si limita alle multe. E non interessa solo il Man Cave ma tutti i locali. «E’ piuttosto la difficoltà di fare eventi laddove le normative sono diventate molto stringenti tanto da indurre i titolari dei locali a rinunciare a fare musica dal vivo – continua – sono favorevole ai controlli ma serve comunque buon senso, perché per noi è lavoro, altrimenti è inutile investire per attrarre gente e farla restare a Jesi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X