facebook rss

Accusato di ricettazione nel 2009,
finisce ai domiciliari 10 anni dopo

MONTEMARCIANO - E' diventata esecutiva dopo un decennio la condanna inflitta a un 44enne, trovato in possesso di un cellulare rubato. Dovrà scontare una pena di 6 mesi
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

Ieri pomeriggio i carabinieri della stazione di Montemarciano hanno arrestato un 44enne in esecuzione di un’ordinanza dal tribunale di Pesaro. E’ passata in giudicato una condanna rimediata per ricettazione. I fatti risalgono al 2009, quando all’interno di un pub di Fano erano stati rubati due capi di abbigliamento e un cellulare, per un valore complessivo di 1.300 euro. La vittima del furto aveva sporto denuncia in commissariato e i successivi accertamenti avevano consentito di rintracciare il cellulare nella disponibilità dell 44enne di Montemarciano,  denunciato per ricettazione. Da lì è iniziato per lui l’iter giudiziario, che lo ha portato davanti al tribunale di Fano e alla successiva condanna. L’uomo era stato successivamente affidato in prova ai servizi sociali, ma questa misura non è bastata a dichiarare espiata la pena. Pertanto il tribunale ha emesso un’ordinanza per l’espiazione della pena residua, pari a 6 mesi di reclusione, che l’uomo dovrà scontare nella abitazione di Montemarciano. Dovrà anche pagare una multa di 200 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X