facebook rss

Pino piomba su un furgone in sosta

JESI - Dentro il veicolo non c'era nessuno. La pericolosità della pianta era stata segnalata da tempo dai residenti
Print Friendly, PDF & Email

Il pino caduto sul furgone

 

Allarme questa mattina verso le 6 in via Svezia per un grosso pino marittimo che improvvisamente si è schiantato su un furgone in sosta. Per fortuna all’interno non c’era nessuno e pertanto non si sono registrati feriti, ma per via del peso della pianta è stata danneggiata anche parte della recinzione in metallo dell’ex asilo nido Cepi (ora chiuso in attesa di essere demolito). Il pino, che sorgeva nel giardino del plesso scolastico, era da tempo un “sorvegliato speciale” da parte dei residenti, che più volte avevano segnalato al Comune la sua pericolosità e il rischio di un giardino abbandonato. Il furgone rimasto schiacciato, della Termoidraulica Grifoni Marco, ha subito molti danni. E’ stato il proprietario, che abita nella zona, a lanciare l’allarme al 115 e far scattare l’intervento dei vigili del fuoco. I pompieri hanno liberato il mezzo, segato il tronco e i rami, poi accatastato i residui a bordo strada. Durante le operazioni di rimozione del tronco, la via è stata transennata e chiusa. Sul posto è intervenuta anche la Polizia locale con i tecnici comunali. Proprio l’Amministrazione comunale ha reso noto che «il mancato sviluppo delle radici è stato all’origine del cedimento di un pino questa mattina nel giardino dell’ex Cepi al quartiere Largo Europa. Il giardino del Cepi presenta numerosi alberi di alto fusto oggetto di un sopralluogo alcuni mesi fa – al pari di quelli compiuti in tutte le aree verdi cittadine – dal quale, ad occhio nudo, non era emerso alcunché. Alla luce di quanto accaduto, l’Area Servizi Tecnici del Comune ha disposto un’analisi capillare dell’apparato radicale di tutte le piante limitrofe, con asportazione del terreno al fine di mettere a nudo e quindi valutare le radici mediante specifici strumentazioni. L’Amministrazione comunale, a tal proposito, ricorda che la demolizione dell’ex Cepi sarà eseguita nel mese di novembre e che, con il nuovo anno, nella stessa area prenderanno il via i lavori di realizzazione del nuovo centro per l’Alzheimer finanziato dal generoso contributo di Cassio Morosetti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X