facebook rss

Subisce un furto in casa
e viene anche denunciato
Aveva lasciato incustodito il fucile

SENIGALLIA - E' la storia di un 60enne che nei mesi scorsi ha ricevuto la visita dei ladri. Dagli accertamenti eseguiti dalla polizia è emerso come l'uomo conservasse le armi senza alcuna cautela
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

Gli entrano i ladri in casa e mettono le mani anche su un fucile. Il proprietario denuncia il furto alla polizia ma, a sua volta, viene denunciato. E’ la storia di un 60enne senigalliese, finito nel mirino dei controlli del locale Commissariato. L’uomo, tempo fa, ritornando a casa, si è accorto di aver subito un furto in casa. Gli agenti erano giunti sul posto per effettuare gli accertamenti, verificando che, tra i diversi oggetti rubati, c’era anche un fucile. Prima del blitz furtivo, era conservato dentro un locale attiguo alla casa senza alcuna particolare cautela. Alla luce di tale episodio, i poliziotti approfondivano il controllo verificando che il 60enne era detentore anche di un altro fucile che veniva rintracciato all’interno di in un armadio della camera non chiuso a chiave e, dunque, facilmente raggiungibile. Considerato quanto accertato e risultando l’assoluta negligenza nella conservazione delle armi, gli agenti provvedevano a deferire all’autorità giudiziaria l’uomo per il reato di omessa custodia di armi, nonché a ritirare , in via cautelare, l’altro fucile trovato all’interno di un armadio. Di seguito a tale denuncia, l’uomo è stato raggiunto da un provvedimento di divieto di detenzione di armi emesso dal prefetto di Ancona poiché, sulla base di quanto accertato, è risultato carente dei requisiti di affidabilità richiesti dalla legge per la detenzione di armi; requisiti previsti a tutela dell’incolumità della sicurezza personale e pubblica.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X