facebook rss

Inaugurato nuovo mezzo
per il gruppo di protezione civile
dell’Avis pubblica assistenza

MONTEMARCIANO - Domenica di solidarietà e aggregazione. Le autorità civili e militari hanno in contemporanea celebrato il 4 Novembre e la festa delle Forze armate
Print Friendly, PDF & Email

Inaugurazione del nuovo fuoristrada in dotazione alla protezione civile dell’Avis Pubblica assistenza

 

Una giornata di festa perché la solidarietà è bene di tutti. E’ stata una domenica molto partecipata ai giardini 8 Marzo per la cerimonia di inaugurazione del fuoristrada destinato al Gruppo Protezione Civile dell’Avis Pubblica Assistenza di Montemarciano. L’associazione, da 42 anni al servizio della collettività, ha allestito un campo con la tenda della Protezione civile, un gruppo elettrogeno, pompa idrovora e fari per l’illuminazione, dove è stata accolta la cittadinanza. I volontari hanno illustrato le attività svolte e distribuito volantini. Alle 11, la celebrazione religiosa nella chiesa di Marina di Montemarciano, alla presenza del sindaco Damiano Bartozzi, dell’Assessore alla Protezione Civile Andrea Tittarelli, del Comandante della Stazione Carabinieri Alessandro Marzano, il Comandante della Polizia Locale Pierluigi Fabbracci e Maurizio Marcellini, in rappresentanza del servizio di Protezione Civile della Regione Marche. La santa messa, partecipatissima, è stato un simbolico abbraccio della collettività ai suoi “angeli”, un esercito di dipendenti, volontari e soprattutto di giovanissimi al servizio delle persone.

L’Avis Pubblica assistenza di Montemarciano con le autorità

A mezzogiorno, la benedizione del fuoristrada Subaru Forrester presieduta dal parroco don Giuliano Zingaretti e il taglio del nastro ad opera di tutto il Gruppo di Protezione Civile dell’Associazione. La cerimonia si è svolta in concomitanza con le celebrazioni della Giornata dell’Unità nazionale e la Festa delle Forze armate, nel 101esimo anniversario della vittoria, con la deposizione di una corona d’alloro alla cappella votiva nel cimitero di Alberici, poi al monumento ai caduti di tutte le guerre e alle lapidi alla memoria della medaglia d’oro Carlo Falcinelli, del partigiano Aldo Cameranesi, dell’onorevole Aldo Moro e degli agenti della sua scorta. Il corteo, con il primo cittadino Damiano Bartozzi in testa, ha poi raggiunto il piazzale Stazione per la deposizione di una corona d’alloro al monumento in onore dell’equipaggio del pontone armato “Monitore A.Cappellini” e di tutti i caduti in mare. Poi la cerimonia di suffragio dei caduti nella chiesa parrocchiale di Marina e alla conclusione della manifestazione, un pranzo sociale presso la sede dell’Avis dove le due importanti cerimonie hanno visto un epilogo conviviale comune.

La cerimonia del 4 Novembre a Montemarciano

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X