facebook rss

Furto delle statuette
nel presepe di Villa Musone:
il ladro si pente e le restituisce

LORETO - Nella notte l'autore del gesto che aveva fatto indignare gli abitanti della frazione lauretana ha rimesso a posto le statuine della Sacra Famiglia. «Bisognerebbe saper ascoltare di più il cuore e la coscienza che la mente» commenta soddisfatto il consigliere comunale Roberto Bruni
Print Friendly, PDF & Email

Ricomposta nella notte la Sacra Famiglia nel presepe di Villa Musone: il ladro si è ravveduto e ha rimesso al proprio posto le statuine

 

L’episodio presenta ancora molti contorni oscuri, ma la vicenda del furto delle statuette del presepe allestito in una aiuola spartitraffico di Villa Musone si è conclusa con un lieto fine. Chi le ha rubate nella notte tra sabato e domenica scorsi si è pentito e le ha restituite. Stamattina quando gli abitanti della frazione lauretana si sono svegliati, hanno ritrovato le statuine di San Giuseppe della Madonna e di Gesù Bambino al loro posto. «Questa notte le statuette della Sacra Famiglia rubate dal presepe di Villa Musone sono tornate al loro posto. È una bellissima notizia Sono felice che, chi ha commesso il gesto, si sia reso conto della stupidità fatta. Molto spesso bisognerebbe saper ascoltare di più il cuore e la coscienza che la mente» commenta il consigliere comunale Roberto Bruni (lista civica Adesso Loreto) che ieri aveva diffuso la notizia del colpo e dell’atto vandalico, lanciando un appello perché si ravvedesse. Nei fatti «l’autore de gesto si è reso conto del gesto incivile e stupido e ha rimesso tutto apposto» scrivono altri sui social media. Resta il dubbio sul nome o i nomi di chi ha compiuto il blitz contro il simbolo della Natività.

Rubate la statuine della Sacra Famiglia dal presepe di Villa Musone, il consigliere Bruni: «Gesto ignobile»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X