facebook rss

Al parco per ascoltare la musica:
quattro giovani nei guai

JESI - Ai giardini Sacco e Vanzetti le prime denunce per l'inosservanza ai divieti imposti dal governo. La Polizia locale ha inoltre deferito all'autorità giudiziaria l'esercente di un locale trovato aperto e un automobilista
Print Friendly, PDF & Email

La polizia locale di Jesi in prima linea nei controlli

 

Prime denunce anche a Jesi per il mancato rispetto delle disposizioni previste dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri sulla prevenzione al Cronavirus. In questo fine settimana, infatti, la Polizia Locale ha segnalato all’autorità giudiziaria sei persone. Si tratta di quattro giovani che stavano tranquillamente distesi ad ascoltare musica ai giardini Sacco e Vanzetti nel centro storico, noncuranti del fatto che non è una giustificazione valida per uscire di casa, dell’esercente di un locale di pubblico esercizio trovato aperto e del conducente di un veicolo che non ha giustificato il carattere di lavoro, necessità o urgenza della sua circolazione in strada. «In questi giorni la Polizia Locale opera con ben cinque distinte pattuglie giornaliere nell’intero territorio comunale, – fa sapere un comunicato del Comune di Jesi – tutte impegnate nei servizi di competenza, con particolare riferimento alla circolazione stradale, al controllo dei parchi per evitare assembramenti di persone e al rispetto degli obblighi previsti per le attività produttive e pubblici esercizi. La stessa Polizia Locale invita alla massima collaborazione la cittadinanza affinché si adottino comportamenti coerenti e rispettosi delle disposizioni del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, ricordando che la prima e principale regola è quella di restare a casa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X