facebook rss

Decreto ‘Io resto a casa’,
a Jesi denunciate 17 persone

Print Friendly, PDF & Email

 

La Polizia Locale ha denunciato all’autorità giudiziaria 17 cittadini nell’ambito dei controlli effettuati per il rispetto delle disposizioni contro la diffusione del Coronavirus previste nel decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri. In 16 casi si è trattato di persone che non hanno saputo giustificare i motivi di lavoro, necessità o urgenza previsti dal decreto, in un caso invece la denuncia è scattata per falsa dichiarazione perché l’interessato ha comunicato agli agenti che si stava recando da una parte, ma in realtà non c’è mai andato. A ieri le persone controllate dalle pattuglie della Polizia Locale sono state 158. La Polizia Locale continua a presiedere il territorio sia la mattina che nel pomeriggio, mediamente con 5 pattuglie ogni giorno. Gli agenti ricordano che da domani è in vigore anche l’ordinanza del presidente della Regione che vieta l’accesso a parchi e giardini e dispone che per attività motoria (passeggiata a piedi per motivi di salute) o bisogni fisiologici dell’animale di compagnia, si deve restare in prossimità di casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page