facebook rss

Si è spento il maestro Elvio Cittadini,
barbiere di Mister Mancini

JESI piange la scomparsa del primo acconciatore della città. Aveva pettinato il ct della Nazionale degli azzurri il giorno delle nozze
Print Friendly, PDF & Email

Elvio Cittadini

 

di Talita Frezzi

Si è spento oggi pomeriggio il maestro barbiere Elvio Cittadini, storico parrucchiere di Jesi e barbiere di fiducia del ct della nazionale Roberto Mancini. Elvio è stato il primo maestro barbiere/acconciatore della città, un personaggio molto noto e stimato da tutti. Era malato da alcuni anni di Alzheimer e si è spento oggi nella sua abitazione in via Mura Occidentali a Jesi. Lascia nel dolore la moglie Daniela, le figlie Sara cui ha tramandato il mestiere, Benedetta e Serena (entrambe insegnanti), i nipotini e tanti amici. I funerali si svolgeranno sabato mattina in forma strettamente privata in base alle vigenti disposizioni sanitarie nazionali, poi la tumulazione al cimitero di Monsano. La notizia è rimbalzata in città suscitando dolore e sconcerto. Apprezzatissimo per il garbo e la gentilezza, Elvio Cittadini apparteneva a una generazione di barbieri che ha formato tanti professionisti, tramandando il mestiere. Tagliava i capelli a mister Mancini fin da quando era piccolo, non sorprende che Elvio con i suoi coloratissimi ed eccentrici look, sia stato tra gli invitati del matrimonio del Mister, celebrato a Genova, e che gli abbia curato la pettinatura soprattutto quel giorno. Aveva appreso il mestiere andando a bottega già a 11 anni, poi negli anni ’70 aveva aperto la sua prima bottega in viale Trieste. Si era trasferito in via XXIV Maggio e quindi nella location di via Mazzini, nel complesso dell’ex Sima, dove aveva aperto in società con la figlia Sara. Pioniere del mestiere, ha avuto anche l’onore e l’onere di formare la prima donna barbiere negli anni Settanta, Maria Pia, una dipendente che gli è stata fedele fino all’ultimo e che lo ha seguito in tutte le tappe del suo lavoro, con amicizia e vicinanza. Appassionato di sport, seguiva la Jesina calcio di cui era tifoso. Praticava il tennis, giocando sulla terra rossa del Circolo cittadino di Jesi. Persona sensibile e creativa, garbata e attenta, Elvio lascia un ricordo affettuoso in quanti lo hanno conosciuto e apprezzato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X