facebook rss

Festa della Repubblica,
Loreto sorvolata
da un aereo degli anni ’30

CERIMONIA del 2 Giugno senza corteo, note della banda musicale e labari dei reduci di guerra ma ricca di sentimenti di unità e rispetto per la Repubblica. «Anche adesso che, dopo il lockdown, possiamo uscire di casa continuiamo a chiederci che cosa possiamo fare per la nostra città» ha detto il sindaco Paolo Niccoletti
Print Friendly, PDF & Email

 

«Non siamo ancora tornati del tutto alla normalità ma abbiamo voluto celebrare la Festa della Repubblica secondo la solennità che merita». Anche in assenza di corteo, dei labari dei reduci di guerra e senza le note della banda, il 2 Giugno di Loreto si è colorato comunque di tricolore e di sentimenti patriottici come ha  chiarito il sindaco Paolo Niccoletti nel suo discorso. Le autorità militari e civili, con in testa il primo cittadino si sono ritrovate stamattina al Parco delle Rimembranze appena riqualificato, anche per favorire il distanziamento sociale anti Covid 19. I 123 laufretani neo18enni che avrebbe dovuto prestare giramento alla Patria e alla Repubblica («come chi ha fatto il servizio militare, è una tradizione tutta lauretana» ha spiegato Niccoletti) hanno solo potuto assistere alla manifestazione. «Nel corso dell’estate però verrà fissata una data anche per recuperare questa cerimonia – ha garantito il sindaco – Questi mesi in cui siamo stati parzialmente privati di alcune libertà ci hanno fatto comprendere l’importanza del lavoro per tutti, del servizio sanitario per tutti, della scuola per tutti. Ai diritti corrispondono però i doveri e anche adesso che possiamo uscire di casa continuiamo a chiederci che cosa possiamo fare per la nostra città: dopo mesi di inattività ci saranno ciuffi d’erba sul marciapiede, cartacce per terra. Togliamoli, non aspettiamo il Comune» è stato l’invito di Niccoletti. Al termine delle celebrazioni, un momento spettacolare con il sorvolo sul Bastione di Porta Marina del biciclo Stol riproduzione dello Fieseler Fi 156 “Storch”, un velivolo storico utilizzato negli anni ’30 e ’40. L’evento è stato organizzato in collaborazione con l’Avio Club Madonna di Loreto.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X