facebook rss

Assalto al bancomat nella notte,
ladri in fuga con il bottino

MORROVALLE - Nel mirino di due malviventi la filiale della Carifermo di via Tiziano, i residenti svegliati da un'esplosione fortissima
Print Friendly, PDF & Email

 

La filiale della Carifermo a Morrovalle questa mattina

 

di Laura Boccanera (foto di Fabio Falcioni)

Un’esplosione fortissima ha svegliato questa notte i residenti di via Tiziano a Morrovalle. Due malviventi hanno fatto saltare in aria il bancomat della filiale Carifermo e sono scappati col bottino. Un assalto che ha scosso la piccola comunità, con i detriti arrivati a metri di distanza dal luogo dell’esplosione. I banditi in fuga su di un’Alfa Mito. E’ successo attorno alle 2, un colpo lampo, durato poco più di tre minuti.

I banditi sono arrivati a bordo di un’Alfa Mito nera sulla quale i carabinieri della stazione di Morrovalle, coordinati dal comandante della Compagnia di Civitanova, il capitano Massimo Amicucci, stanno facendo degli accertamenti per capire dove e quando sia stata rubata. Dalle telecamere si vedono due uomini col volto travisato da un passamontagna, poi il colpo, l’esplosione, e il cassetto contenente il denaro che viene trafugato. Alcune banconote rimangono a terra e sono state riconsegnate. Ancora da quantificare l’entità del furto e il conteggio esatto di quanto fosse in deposito nel bancomat. Poco dopo i due prendono e scappano a tutta velocità a bordo della vettura. Una dinamica che è stata vista anche da alcuni testimoni.

Sopra l’istituto di credito ci sono delle abitazioni e in particolare una donna anziana ha visto e assistito a tutta la scena: «ho sentito una macchina ferma col motore acceso e mi sembrava strano. Poi sono scesa dal letto e ho visto la macchina ferma, ma mi sono insospettita perché aveva tutti e due gli sportelli aperti. Poi c’è stata l’esplosione e l’allarme ha iniziato a suonare e ho visto questi due che scappavano», ha raccontato la donna. I carabinieri arrivati poco dopo sul posto hanno acquisito le immagini di videosorveglianza esterne dell’istituto di credito. Ulteriori indagini sono in corso sul tragitto effettuato dall’auto per risalire alla targa e al proprietario e capire se e dove sia stata rubata. Al vaglio anche le telecamere della città che potrebbero aver ripreso il passaggio dell’Alfa Mito nera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X