facebook rss

Riapertura del chiosco
ai giardini di viale Cavallotti:
bando per individuare il gestore

JESI – Dalla metà di luglio tornerà ad essere un punto di riferimento per i fruitori del parco. Il nuovo concessionario verrà selezionato mediante una procedura negoziata
Print Friendly, PDF & Email

I giardini pubblici di viale Cavallotti.

 

 

Potrà riaprire nella seconda metà di luglio il chiosco ai giardini pubblici di Viale Cavallotti a Jesi, tornando così ad essere un punto di riferimento per i tanti fruitori del parco. Un servizio che viene ripristinato dopo un anno in cui, per decadenza della concessione, era stato inevitabilmente sospeso. Ora, dopo che il Comune ha provveduto ad acquistare il chiosco dal vecchio proprietario, chiudendo così definitivamente il contenzioso, si può procedere alla gara per l’affidamento della nuova concessione.

«Al riguardo, la Giunta comunale, nel corso della sua ultima seduta, ha dettato gli indirizzi per il nuovo bando per una durata di cinque stagionalità (dal 1° aprile al 31 ottobre di ogni anno) fino al 2024. – spiega una nota del Comune – Sarà concessa la possibilità di organizzare iniziative di animazione ed eventi nel rispetto dei regolamenti comunali in materia di attività rumorose e di pubblico spettacolo: quelle rivolte a bambini, ragazzi ed anziani potranno essere svolte in orario mattutino o pomeridiano; viceversa, manifestazioni ed eventi riconducibili al pubblico spettacolo potranno svolgersi solo ed esclusivamente se previamente autorizzati, fermo restando che praticabili o palchi non dovranno essere montati sugli spazi verdi».

Il concessionario avrà l’onere dei servizi di pulizia non solo dell’area del chiosco, ma anche di quella retrostante attrezzata a giochi per bambini, oltre ai bagni pubblici. Prevista inoltre la pulizia almeno una volta ogni bimestre della fontana ubicata all’interno del parco. Il concessionario verrà selezionato mediante una procedura negoziata, con invito ai soggetti in possesso dei requisiti e che avranno manifestato il loro interesse a partecipare alla gara. Il canone di concessione per ciascun mese di attività posto a base di gara è fissato ad 1.250 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X