facebook rss

Casa di riposo ‘Abitare il Tempo’,
il Comune di Loreto
dona 2 mila mascherine

LA STRUTTURA protetta intanto riapre alle visite dei familiari, organizzate attraverso delle porte finestra con tutte le protezioni le condizioni di sicurezza a tutela di ospiti e visitatori
Print Friendly, PDF & Email

Antonio Novelli

 

 

Il Comune di Loreto ha donato, e consegnato ieri, 2 mila mascherine all’Rsa “Abitare il tempo” Santo Stefano Riabilitazione di Loreto. «Ringraziamo il sindaco Niccoletti per questo gesto – dice il Dott. Antonio Novelli, Direttore di Abitare il tempo e coordinatore delle altre Rsa marchigiane del Gruppo Kos Care – e cogliamo l’occasione per informare il Primo Cittadino che l’Rsa lauretana riapre alle visite dei parenti degli ospiti ricoverati». Per figli, nipoti, congiunti, è pertanto giunto il momento tanto atteso di poter rivedere i propri cari. La struttura, infatti, ha recepito prontamente le indicazioni ministeriali e le recenti direttive regionali ed è pronta per avviare un percorso di apertura, progressiva e molto ponderata per continuare a garantire sicurezza e controllo in questa delicata “fase due” del contrasto e contenimento del Covid19. «La chiusura della nostra Rsa di fine di febbraio è stata una decisione dolorosa – continua Novelli – ma necessaria per limitare i contagi. Adesso – conclude – è invece ora di tornare a fare quello che sappiamo fare: “Accogliere”. Tutte le nostre strutture sono pronte ad accogliere di nuovo pazienti e parenti, in condizioni di massima sicurezza, nella più rigorosa ottemperanza di tutte le procedure e le indicazioni ministeriali e regionali con percorsi protetti e condivisi con i Distretti Sanitari e i Dipartimenti di Prevenzione con cui si opera in stretto raccordo». Una porta finestra che si affaccia sul giardino consente l’incontro a distanza di sicurezza, tra il familiare, che resta all’esterno della struttura, e il paziente che si trova all’ interno. I Dpi, qualora il parente ne fosse sprovvisto, verranno forniti dalla struttura, l’ incontro avverrà per appuntamento, contingentato nel tempo e nello spazio e sotto la sorveglianza e il supporto di una Educatrice. Per situazioni particolari video-chiamate già attive e percorsi personalizzati, per situazioni straordinarie, di massima sicurezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X