facebook rss

Donato il quarto ozonizzatore
all’ospedale Santa Casa, don Paolo:
«Grazie al cuore di tanti»

LORETO - La raccolta fondi organizzata dal sarcerdote con il sostegno di associazioni e cittadini ha permesso di dotare il presidio ospedaliero anche di termoscanner e dispositivi di protezione
Print Friendly, PDF & Email

L’ozonizzatore donato all’ospedale Santa Casa di Loreto

 

 

E’ arrivato ieri all’ospedale Santa Casa di Loreto anche il quarto ozonizzatore donato al reparto di “Cure Intermedie”, grazie ai proventi della raccolta organizzata da don Paolo Volpe e da tanti lauretani. «Va ad aggiungersi agli altri tre donati e già in uso al Pat, all’Ambulanza del 118, al reparto di Cure intermedie del I piano e degli altri reparti.- scrive il sacerdote – La raccolta fondi ha fruttato, grazie al cuore di tanti, un ammontare di 7.790,15. Ad oggi, rimangono disponibili ancora 1.177,98 euro che, su indicazione del medico Paolo Lanzafame, impiegheremo per rifornire la struttura ospedaliera di ciò di cui ancora necessita». Don Paolo esprime gratitudine «a tutti coloro che hanno creduto a questa iniziativa e che, in diversi modi, l’hanno sostenuta e condivisa: in particolar modo, al sindaco Paolo Niccoletti per il patrocinio; al Banco Marchigiano nella persona di Stefano Santoro; all’associazione ‘Raggi di speranza’ nella persona del presidente e del Consiglio Direttivo; agli ‘Amici del Loreto Altötting Club’ nella persona del presidente e del Consiglio Direttivo; agli amici Fabrizio De Ascaniis, Annamaria Frascati, Paolo Lanzafame nostri riferimenti costanti all’interno dell’ospedale; Michele Stefania Scocchera per il logo; Roberto Bruni per le condivisioni dell’iniziativa e l’aiuto con i canali mediatici». Ad oggi sono stati donati 4 ozonizzatori; 3 termoscanner professionali; 15 occhiali protettivi; 100 flaconi di gel igienizzante; 2100 mascherine chirurgiche; 400 mascherine FFP2.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X