facebook rss

Lavori pubblici:
vasche di laminazione a Grotte

LORETO – In fase di completamento gli interventi nelle frazioni di Loreto. Quasi terminato anche il collettamento a depurazione delle acque reflue nere in località Costabianca
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

 

Un importante tassello nel complessivo mosaico dei lavori pubblici è stato inserito in questi giorni a Loreto, con la chiusura dei lavori relativi alle vasche di laminazione per la messa in sicurezza del territorio nella frazione lauretana di Grotte e a Porto Recanati e con il completamento del collettamento a depurazione delle acque reflue nere in località Costabianca. “L’attività di manutenzione del territorio rappresenta un impegno primario per ogni amministrazione che deve essere effettuato con costanza e capillarità, anche investendo somme di rilievo, al fine di garantire la sicurezza ai cittadini”, spiegano il sindaco Paolo Niccoletti, l’assessore all’Urbanistica Pamela Flamini, e Paolo Casali, Presidente di Fondazione Opere Laiche e Casa Hermes, ente cui spetta il compito di ‘coltivare’ la vasca appena ultimata e progettata da Astea spa a seguito di una prescrizione impartita dall’Autorità di Bacino. Gli amministratori spiegano che le vasche entreranno in funzione solo se dovessero verificarsi forti e abbondanti piogge. In questo caso l’acqua piovana in esubero potrà tracimare naturalmente nelle vasche di laminazione per tutto il periodo di piena, per poi defluire nuovamente nell’alveo del Fiumarella e a mare, una volta abbassatosi il livello dello stesso fosso Fiumarella. Sono poi stati portati a compimento i lavori di collettamento per la depurazione delle acque a Costabianca, per 650.000 euro. Il progetto prevede che tutti gli scarichi della frazione interessati siano collettati all’impianto di depurazione di Porto Recanati, lungo una condotta di 3,90 chilometri, da via Costa Bianca al Fosso Lavanderia. “Anche le acque nere dell’intero agglomerato di Costa Bianca potranno avere un trattamento depurativo appropriato”, concludono gli amministratori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X