facebook rss

Portella Santa Maria:
«Bisogna ritrovare le condizioni per riaprirla»

ANCONA - Il punto ieri in Consiglio Comunale con l'assessore Ida Simonella: «L'ipotesi è di installare dei dissuasori, quali lo si deciderà con la Soprintendenza». Per raggiungere il porto antico verrà attivato un servizio di trenino
Print Friendly, PDF & Email

La transenna alla Portella

 

Portella Santa Maria potrebbe presto essere riaperta ai pedoni. E, già per questo fine settimana, potrebbero attivarsi il trenino per raggiungere il porto antico. E’ quanto emerso ieri in Consiglio Comunale, quando l’assessore al Porto Ida Simonella ha fatto il punto della situazione, rispondendo alle interrogazioni di Marco Ausili (Fratelli d’Italia) e Francesco Rubini (Altra Idea di Città). Ormai da due settimane è attiva l’ordinanza emessa dall’Authority che impone la chiusura della Portella dalle 18 alle 6. Imposto anche il divieto di transito a mezzi non autorizzati, bici e monopattini. «Il porto c’è ed è accessibile – ha esordito l’assessore Simonella -. L’ordinanza emessa è stata un po’ il punto di rottura di una crescita a volte non controllata  dell’accesso a quello spazio. Uno spazio  dove convivono le attività produttive e la presenza dei cittadini.  Le misure prese derivano da uno choc di crescita, cioè dal fatto che quello spazio ha registrato un accesso piuttosto sregolato di una minoranza di persone che ha comunque messo a rischio diverse condizioni di sicurezza che devono essere garantire all’interno del porto».

Ida Simonella

Le telecamere avrebbero registrato accessi di moto, motorini e perfino una Smart dalla Portella Santa Maria. «Con il sindaco ci siamo incontrati con l’Authority e Capitaneria per definire cosa fare per riaprire subito la Portella. Bisogna ritrovare le condizioni per riaprirla. L’ipotesi è di installare dei dissuasori, bisogna però chiedere alla Soprintendenza come fare e quali mettere perchè siamo di fronte a un bene monumentale». Nel frattempo, una soluzione per raggiungere facilmente il porto antico: «Abbiamo deciso di attuare – ha detto la Simonella – un servizio di trasporto pubblico, un trenino che poi collegherà anche i parcheggi». Il servizio sarà attivo tutti i giorni, «speriamo già da questo fine settimana. Vorremmo iniziare subito in maniera che ci sia un accesso regolato in quell’area. Stiamo ridefinendo e ricostruendo le tappe delle regole che consentono un accesso che possa garantire tutte le situazioni di sicurezza». 

(fe.ser)

Al porto antico si va solo a piedi Simonella: «E’ sempre stato così Va garantita la sicurezza»

Stop alle bici lungo il porto: «Un divieto che penalizza tutta l’area» Ipotesi ricorso contro l’ordinanza

Porto, cambiano le regole di accesso: niente bici o monopattini Portella Santa Maria chiusa di notte

«La chiusura della Portella? Nessuno ci ha avvertito, così ci tolgono il lavoro»

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X