facebook rss

Accendono un falò in spiaggia:
undici ragazzi nei guai

SENIGALLIA - Multato un gruppo di turisti umbri, di età compresa tra i 20 e i 26 anni. Denunciato anche un ubriaco che, alla guida dell'auto, è finito contro le vetture in sosta
Print Friendly, PDF & Email

I carabinieri di Senigallia durante i servizi di pattugliamento

Fine settimana di controlli da parte dei carabinieri della Compagnia di Senigallia, durante i quali sono stati impiegati nuovamente anche i carabinieri del 6° Battaglione Toscana di Firenze.
Disposti dal Comando provinciale di Ancona, sulla base di quanto emerso in sede del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto di Ancona, nella notte trascorsa, poco dopo l’una, i militari hanno individuato sul lungomare Mameli un gruppo di 11 ragazzi tra i 20 e i 26 anni, che si era radunato in spiaggia accendendo un falò e creando un bivacco. I giovani, tutti provenienti dall’Umbria, sono stati sanzionati per la violazione dell’ordinanza comunale.
Nella notte di sabato, è stato invece denunciato un 20enne di Montemarciano, controllato a Senigallia, che alla guida della propria auto era uscito di strada mentre percorreva il centro, tamponando 2 auto in sosta. Sottoposto all’etilometri, è risultato positivo con tasso pari a 1,52 g/l. L’automobilista è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza. Infine, nella mattinata di venerdì, è stato denunciato un pachistano senza fissa dimora. Controllato nei pressi dell’ospedale, è stato trovato con un cacciavite e denunciato per porto di oggetti atti ad offendere.
I controlli proseguiranno anche per tutta la giornata di oggi, soprattutto in vista della finale degli Europei di calcio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X