Pestato a sangue da una baby gang:
«Mi hanno accerchiato in dieci,
ho pensato di non farcela»

ANCONA – Il racconto del 48enne minacciato e picchiato domenica notte tra piazza del Papa e via Matteotti. Tutto è nato per il diverbio legato a una bici. «Mi hanno preso il telefono dalle mani per impedirmi di chiamare aiuto. Un ragazzino aveva anche un coltello. L’aggressione è durata poco, ma sembrava non finire mai». Prognosi di trenta giorni per la vittima