facebook rss

Cambia la viabilità, minacce al sindaco
Bambola impiccata davanti al Comune

OSTRA - Il messaggio minatorio comparso a pochi passi dal municipio mentre era in corso la seduta del Consiglio comunale per la nuova discussa circolazione del centro cittadino. Anrea Storioni: "Non ho paura, queste vigliaccherie non intaccano la nostra determinazione"
venerdì 21 Luglio 2017 - Ore 14:50
Print Friendly, PDF & Email

La foto con il messaggio intimidatorio e la bambola appesa al cappio postata su Fb dal sindaco di Ostra

Un bambolotto impiccato a pochi passi dal Comune e la scritta: “State attenti”. Minacce al sindaco di Ostra Andrea Storoni, eletto con la lista civica Vivere Ostra e all’amministrazione di centrosinistra del piccolo borgo del senigalliese. Il messaggio minatorio è comparso mercoledì sera, mentre era in corso il Consiglio comunale. All’ordine del giorno la sperimentazione della nuova viabilità del centro storico che da settimane sta infiammando il dibattito politico e cittadino. Ieri (20 luglio), la scoperta della bambola col cappio da parte del sindaco che ha immediatamente sporto denuncia. Indagano i carabinieri. «Non posso pensare che sia stato qualcuno dei miei concittadini con molti dei quali sono cresciuto, siamo in una piccola realtà – le parole del sindaco -. A chi ha commesso questa vigliaccheria voglio solo dire che deve vergognarsi, perché con la sua volgarità sta infamando un’intera comunità. È un episodio triste della nostra storia, mai avvenuto prima».

Tra le prime ipotesi che potrebbero aver portato all’intimidazione, l’avvio della nuova viabilità, da due settimane nell’occhio del ciclone, come conferma lo stesso sindaco. «Il contesto è caldo da un paio di settimane». A scatenare la protesta, l’inversione del senso di marcia di una strada già a senso unico nel centro storico. «Una sperimentazione avviata il 10 luglio – spiega il sindaco – per cercare di far convivere le auto in sosta, quelle in transito ed i pedoni. Nulla che possa giustificare un’azione del genere, come nessun’altra ragione potrebbe fare».

La rivoluzione del centro storico ha trovato la contrarietà dell’opposizione, di alcuni commercianti e di alcuni cittadini ed ha portato anche alla creazione di un comitato. «Abbiamo trovato – riprende il sindaco – una difficoltà comunicativa nello spiegare la cosa, ma non pensavo si sarebbe arrivati  a demolire in questo modo le persone e la carica istituzionale». Per il momento la pista dello scontro sulla viabilità quale movente resta un’ipotesi, ma «il parallelismo ci è sembrato immediato, vista anche la concomitanza del gesto con il consiglio comunale».

Paura e preoccupazione nel piccolo borgo? «Non credo, e mi auguro, che a questo gesto possano seguire altre azioni che possano mettere a rischio la mia vita o quella degli altri amministratori. Non sono preoccupato. Forse si è trattato di uno scherzo di pessimo gusto. Però se le minacce fossero state un tentativo per far venir meno la nostra volontà ed il nostro impegno per la città di Ostra posso dire che queste vigliaccherie non hanno intaccato la nostra determinazione, non solo sulla viabilità, ma anche sul compito assunto nei confronti dei cittadini tre anni fa».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X