facebook rss

Risonanza magnetica al ‘Santa Casa’:
servizio al via da settembre

LORETO - Terminato il collaudo dell’apparecchiatura, partirà una fase sperimentale con circa 100 pazienti volontari e subito dopo ferragosto verranno messe a punto le sequenze per l’esame 'Body' e 'Articolare'. La nuova strumentzione aiuterà ad alleggerire le liste d'attesa
venerdì 11 agosto 2017 - Ore 15:32
Print Friendly, PDF & Email

La nuova risonanza magnetica dell’ospedale di Loreto

All’ospedale Santa Casa sta per essere attivato il servizio di risonanza magnetica che oltre a servire l’utenza dell’area sud di Ancona permetterà di alleggerire le liste d’attesa e il carico di richieste che gravitano anche sull’ospedale regionale di Torrette. I tempi di attivazione della strumentazione sono stati più lunghi del previsto, ma alla fine tutti i problemi tecnici sono stati risolti (leggi l’articolo). La conferma arriva da Moreno Pieroni. “La nuova apparecchiatura rappresenta una risposta concreta ai bisogni di salute del territorio e sarà finalmente operativa dal mese di settembre – spiega l’assessore regionale – Terminati il collaudo dell’apparecchiatura e della necessaria prima fase sperimentale con circa 100 pazienti volontari per le sequenze di competenza Neuro Radiologica, subito dopo ferragosto sarà avviata la seconda fase di sperimentazione per la messa a punto delle sequenze di Risonanza magnetica per l’esame Body e Articolare”.

L’assessore regionale Moreno Pieroni

Conclusa questa prima fase e l’espletamento dei corsi obbligatori di formazione per il personale medico e tecnico, a settembre il servizio sarà accessibile ai cittadini del comprensorio. “Questa strumentazione – prosegue Pieroni – è una risposta forte della Regione Marche a tutela della salute dei cittadini di tutti i Comuni della zona a sud di Ancona fortemente voluta dallo stesso presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli. Una dotazione d’avanguardia per la quale – in stretta collaborazione con il sindaco e l’Amministrazione comunale di Loreto – abbiamo profuso impegno e determinazione perché da sempre ritenuta indispensabile a completare l’assetto dei servizi sanitari in un territorio ad alta densità abitativa.”

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X