facebook rss

Arriva a Castelfidardo
la Fanfara Città dei mille

COMMEMORAZIONI - Sabato la sfilata del corteo per il 63° anniversario dell’Anc e domenica l’’inaugurazione del busto a Garibaldi
giovedì 28 Settembre 2017 - Ore 10:25
Print Friendly, PDF & Email

L`Associazione Nazionale Carabinieri sezione Movm. Cap. Francesco Gentile di Castelfidardo condivide la festa per il 63° anniversario della fondazione offrendo alla cittadinanza sabato 30 settembre alle 21.15 presso l`Auditorium San Francesco il concerto della fanfara “città dei mille di Bergamo”. L’ingresso è libero. All`indomani, domenica 1° ottobre, la cerimonia solenne con la partecipazione delle autorità civili e militari e l`inaugurazione presso il parco del Monumento del busto bronzeo dedicato a Garibaldi, inserito nel contesto del parco scultoreo dedicato ai Padri fondatori dell`Unità d`Italia. Il programma prevede alle 10 l’ammassamento dei Radunisti in Piazza della Repubblica, alle 10.30 il corteo al parco del Monumento Nazionale delle Marche, alle 10.45 la deposizione corona d’’alloro, alle 11 la Messa al Campo nel Piazzale delle Rimembranze, alle 11.30 lo scoprimento del Busto bronzeo realizzato dall’Accademia delle Belle Arti di Urbino del Gen. Giuseppe Garibaldi – donato dalla Fondazione Carilo e dal Comune di Castelfidardo – presso il Parco Scultoreo dedicato ai Padri fondatori dell’Unità d’Italia ideato dalla Sezione ANC di Castelfidardo. Concluderà la cerimonia la Fanfara Città dei Mille di Bergamo con brani musicali patriottici.

FANFARA CITTÀ DEI MILLE DI BERGAMO – Nel 1971 per sollecitazione del comitato d`intesa delle Associazioni Combattentistiche e d`Arma di Bergamo e dalla volontà di un gruppo di musicanti, nasce la “Fanfara Città dei Mille “, un gruppo musicale oggi conosciuto ed affermato non solo in Italia ma anche all`estero.La denominazione “ Fanfara Città dei Mille “ è stata scelta per ricordare il più celebre fatto risorgimentale, infatti, Bergamo è chiamata “ Città dei Mille “ per aver fornito alla spedizione militare di Garibaldi in Sicilia (1860-61) il maggior numero di volontari.Era pertanto naturale che la Fanfara adottasse la storica divisa dei garibaldini e cioè: giubba rossa, pantaloni grigio/azzurri e chepì.A dirigere il gruppo venne chiamato il Maestro Luigi Falchetti; a lui sono succeduti nella guida del complesso Oliviero Cossali, Adriano Varischetti, Danilo Belotti e attualmente il direttore artistico Maurizio Bazzana. La fanfara può contare su un gruppo di 40 elementi prevalentemente giovani, che hanno saputo imitare lo spirito di sacrificio che i più anziani hanno trasmesso; tale impegno è ricambiato dai numerosi applausi e consensi raccolti durante sfilate e concerti.L`attività del gruppo è ormai notevolissima avendo tenuto concerti e partecipato a manifestazioni nelle principali città italiane ed estere. Proprio tra le manifestazioni estere che hanno visto protagonista la Fanfara , vanno ricordate tra le tante: Ginevra, Neuchatel, Orleans, Nizza, Vienna, Castellon de la Plaña, Mannheim, Landshut, Syzran (Russia), Branson – Missouri (USA).

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X