facebook rss

Il generale Nazzaro in visita
alla Compagnia carabinieri di Osimo

OSIMO - In mattinata il vertice della Legione Carabinieri Marche ha incontrato anche il sindaco Pugnaloni a palazzo comunale per i saluti istituzionali
sabato 7 Ottobre 2017 - Ore 11:41
Print Friendly, PDF & Email

Visita del generale di Brigata Fernando Antonio Nazzaro, stamattina, al Comando Compagnia dei carabinieri di Osimo. Il nuovo comandante della Legione Carabinieri Marche di Ancona (leggi l’articolo) è stato accolto nella caserma di via Saffi dal maggiore Raffaele Conforti e da tutti i comandanti delle stazioni di giurisdizione. Verso le 11 il generale è stato ospite, per un saluto ufficiale di rito, del sindaco Pugnaloni a Palazzo comunale. Nel corso dell’incontro si è parlato di sicurezza del territorio e dell’importanza di stringere una fattiva collaborazione tra istituzioni e forze dell’ordine.

“In materia di pubblica sicurezza, per ottenere buoni risultati a vantaggio della popolazione, – ha dichiarato il generale Nazzaro – è fondamentale la collaborazione fra istituzioni, in particolare con i sindaci che sono sempre in prima linea con i cittadini”. Il Sindaco Pugnaloni ha consegnato al generale Nazzaro il medaglione “5 torri” , ricordando che si tratta di uno dei simboli più intimi dell’osimanità”. “Siamo orgogliosi di averla qui con noi quest’oggi – ha proseguito il Sindaco – e le rivolgiamo un caloroso augurio per il suo nuovo incarico professionale. L’Arma dei Carabinieri non è soltanto una risorsa per la nostra sicurezza, ma anche un presidio di amicizia per tutta la cittadinanza. Un grazie speciale va ai militari della Compagnia Carabinieri di Osimo per il loro operato sul territorio.” 

A proposito della situazione nelle Marche, il generale Nazzaro ha detto di avere avuto “un impatto molto positivo, una situazione complessivamente buona, con problematiche che riguardano principalmente furti e truffe alle persone anziane. Fenomeni che destano allarme e che vanno affrontati anche con l’aiuto dei mezzi di comunicazione, per informare le persone più deboli sui pericoli ai quali possono andare incontro”. “Anche in assenza di problematiche più gravi – ha concluso il generale – non si deve mai abbassare la guardia, con una costante vigilanza da parte delle forze dell’ordine e una collaborazione attiva da parte della cittadinanza.” Una tesi sposata dall’Amministrazione comunale, che circa un anno fa, in collaborazione con le forze di polizia, aveva distribuito alla popolazione un vademecum contenente tutti i comportamenti da porre in essere a tutela della pubblica sicurezza.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X