facebook rss

Camminata tra gli olivi:
tre mete nella Vallesina

NATURA - Prima giornata nazionale delle Città dell’Olio, domenica 29 ottobre, con 120 Comuni partecipanti, tra questi Castelplanio, Maiolati Spontini e Monte San Vito
mercoledì 11 ottobre 2017 - Ore 20:21
Print Friendly, PDF & Email

Paesaggio, natura, tradizione e storia. In una parola la cultura dell’olio, quello della provincia di Ancona, che mette in scena la Camminata tra gli olivi, la prima giornata nazionale promossa dall’Associazione Nazionale Città dell’Olio per valorizzare territorio e produzioni. Domenica 29 ottobre in tutta Italia si parte alla scoperta della cultura millenaria degli oliveti e nel nostro territorio si può scegliere fra i percorsi dei Comuni di Castelplanio, Maiolati Spontini e Monte San Vito. La giornata nazionale, che si svolge lo stesso giorno in 120 città e in 18 regioni, ha avuto molti riconoscimenti, anzitutto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo e poi quelli della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero per l’Ambiente.

Attorno alla passeggiata (dai 2 ai 5 chilometri) dedicata a famiglie e appassionati, ruota un’esperienza inedita, che guiderà i partecipanti attraverso paesaggi legati alla storia e alla cultura dell’oro verde. Ogni Comune ha infatti selezionato un percorso con caratteristiche uniche dal punto di vista storico e ambientale, che si conclude in un frantoio, un’azienda olivicola o un palazzo storico con una degustazione. “L’obiettivo della giornata è portare in ogni territorio un contributo alla valorizzazione della produzione olivicola di qualità, un impegno che sentiamo nostro e che ci viene riconosciuto dal Parlamento europeo e dal Governo – sottolinea il presidente dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio Enrico Lupi – Per ogni Comune, per ogni zona di produzione la crescita di un turismo sostenibile è una delle scommesse sul futuro. È decisivo farla tutti insieme”.

GLI ITINERARI – La Camminata di Maiolati Spontini prende il via dalla casa dell’olio e della biodiversità, con il campo catalogo delle 22 specie olivicole della Regione Marche. Si prosegue su strade di campagna tra gli oliveti fino all’oasi naturalistica. A Monte San Vito dal centro storico e dalla Fonte delle Cannelle di Colle San Vito, la passeggiata si dirige verso le più importanti realtà produttrici di olio e comprende la visita al frantoio comunale risalente al XVII secolo. Infine l’appuntamento con la Vallesina di Castelplanio, tra Jesi e Fabriano, con Le vie dello Spirito, l’Abbazia di San Benedetto de’ Frondigliosi e la Chiesa di Sant’Anna. (Info www.camminatatragliolivi.it)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X