facebook rss

Premio internazionale d’acquerello
Marche d’Acqua – Fabriano Watercolour

ARTE - Una giuria di 15 Maestri e docenti internazionali presieduta dal cinese Zhou Tianya porta 55 premiati artisti di 18 paesi in rappresentanza dei 5 continenti nella città della carta per la manifestazione in programma dal 16 giugno con mostre allestite fino al 26 agosto 2018. Nella Città Creativa Unesco per l'artigianato e le arti popolari che ha fatto della carta il proprio marchio di fabbrica
Print Friendly, PDF & Email

Giorgio Pellegrini e Ilaria Venanzoni

 

Dettaglio dell’opera di Zhou Tianya

 

di Sara Bonfili

Fabriano nel mondo si identifica con la carta, per uso industriale ma specialmente per impiego artistico. Ecco che nasce nel 2009 l’idea di fondare un premio d’eccellenza, la Biennale Internazionale “Marche d’acqua – Fabriano Watercolour”, che richiami artisti da tutto il mondo, che promuova l’entroterra anconetano con le risorse culturali e ambientali e faccia diffondere la fama della carta per mezzo del pennello di riconosciuti artisti internazionali. Quest’anno la V edizione inaugura il 16 giugno, con mostre aperte fino al 26 agosto.

E’ anche per questo enclave artistico e tecnico – è qui che la carta occidentale è nata e si è sviluppata – che la Città di Fabriano è stata riconosciuta Città Creativa Unesco. “Watercolour” è anche, neanche a dirsi, un modello di Carta Fabriano per pittura ad acqua, e la Biennale dell’acquarello fondata dal direttore del Museo della Carta, e  che si avvale della collaborazione dell’associazione di artisti InArte, promuove l’uso della carta Fabriano, sia industriale che fatta a mano. La Biennale, in buona sostanza, chiamando a raccolta a Fabriano gli acquarellisti più premiati del mondo, esalta questo supporto così prezioso e contemporaneamente così semplice.

Il programma della Biennale è stato presentato oggi nel Museo della carta e della filigrana dal suo direttore, Giorgio Pellegrini, con l’assessore alla cultura Ilaria Venanzoni. Un “gran premio” di 110 opere, tra le quali ci sono anche le opere vincitrici delle edizioni passate più alcune dei giurati. La giuria presieduta dal Cinese Zhou Tianya, artista eccellente nonché curatore della Biennale Internazionale di Shenzen (pure Città Creativa Unesco) è il non plus ultra dell’acquerello: 15 membri, dall’inglese David Paskett, Presidente della britannica Royal Watercolour Society, alla spagnola Isabel Alosete Moreno dell’Associazione Acquarellistica spagnola, a Tejo Van den Broek, già presidente dell’Associazione Acquerellisti del Belgio, a Cristina Bracaloni, membro dell’Aia (Associazione Italiana Acquarellisti); dal russo Konstantin Sterkhov, artista, scrittore di libri e autore di un blog artistico, all’artista fabrianese Gabriele Mazzara allo scozzese docente al Dundee College of Art Angus McEwan. Tra i nuovi membri rispetto al passato c’è l’artista e docente alla China Accademy of Fine Arts e Vice Direttore dell’Associazione degli Artisti Cinesi, Zhou Gang. I giurati hanno scelto 55 autori in rappresentanza di 18 Paesi sparsi sui 5 continenti, tutti professionisti di levatura internazionale la cui partecipazione conferma l’altissimo livello qualitativo raggiunto dalla Biennale fabrianese nel tempo.
Anche per questa edizione è stato stampato un catalogo di 128 pagine, realizzato grazie al contributo della Camera di Commercio di Ancona, con copertina cartonata acquarellata dall’artista Soha Khalil.

“La biennale è nata nel 2010 proprio in questa stanza del Museo della Carta – ha spiegato Pellegrini – dopo il premio di InArte del 2009 e il Premio Leonardo Sciascia Amataur d’estampes, con Anna Massinissa di InArte abbiamo avviato il premio internazionale Marche d’Acqua. Un collegamento tra la carta a mano e la nostra manifestazione è il premio consistente in una fornitura di 80 fogli di carta a mano, che si aggiungono alla personale dedicata al vincitore, ma anche il catalogo con sovracoperta acquerellata, stampato grazie al contributo della Camera di commercio di Ancona che ringraziamo”. La locandina della manifestazione è illustrata con un’opera eccezionale del maestro  cinese Zhou Tianya, presidente della giuria.  “Un’importante appuntamento, manifestazione clou di una serie di eventi organizzati nel Museo della carta che hanno avuto la finalità di far riprendere i nostri locali museali che hanno avuto un crollo di visite dopo il terremoto del 2016 e che sono rinati, specialmente grazia al turismo scolastico”, nota l’Assessore Venanzoni presentando l’evento.

IL PROGRAMMA

Una location d’eccezione, di grande valore storico e simbolico, il Museo della carta e della filigrana, che si affiancherà a San Vittore delle Chiuse di Genga, dove si terrà un workshop di pittura en plain air il 15 giugno, con la location e i materiali messi a disposizione da “Frasassi Adventures” e con la collaborazione del Consorzio Frasassi e del comune di Genga che renderanno possibile una visita alle Grotte a prezzo ridotto per gli artisti, “una importante collaborazione turistica per fare rete nel territorio avviata l’anno scorso”, come ha sottolineato Pellegrini. Nella giornata dell’inaugurazione, il 16 giugno, sono previste alcune demo realizzate da alcuni Maestri della Giuria, tra cui una congiunta tenuta da Thomas W. Schaller e Konstantin Sterkhov, aperte gratuitamente al pubblico degli artisti e degli appassionati.Ma in altri luoghi della città di Fabriano si terrà un workshop volto ad insegnare le atmosfere dei café, tenuto da Valentina Verlato e David Paskett il 17 e 18 giugno, con la partecipazione di alcuni studenti del Liceo Artistico di Fabriano.

LA MOSTRA E IL CENACOLO DEGLI ARTISTI

La mostra del Premio conferma la sua forma itinerante spostandosi successivamente in Italia, a Toscolano Maderno sul Garda e quindi in Italia e all’estero in sedi in via di definizione.
Alla mostra delle opere della Biennale in concorso, si affiancano le mostre “Nordic Light”, personale dell’artista polacco Stanislaw Zoladz, vincitore della IV Edizione della Biennale Fabriano Watercolour 2016, “Tibetan Vision” del Presidente di Giuria Zhou Tianya, e “Masters of Jury” collettiva che propone un’opera di ciascuno dei membri della Giuria per un totale di 105 opere. Tra le attività previste nel programma dell’inaugurazione, nell’ottica della promozione del territorio, dellesue risorse culturali ed ambientali e di quelle delle produzioni enogastronomiche, il 15 giugno 2018 è previsto il “Cenancolo degli Artisti”, giornata di pittura “en plein air” intorno alla Abbazia di San Vittore alle Chiuse del Comune di Genga, alla quale parteciperanno tutti i membri della giuria e quanti altri vorranno vivere l’esperienza di dipingere al fianco dei alcuni tra i più grandi maestri internazionali. La giornata prevede una degustazione rinforzata a base di prodotti di alcuni soci del Consorzio per la Produzione e la Tutela del Salame di Fabriano e di altri produttori dell’Alta Valle dell’Esino in abbinamento a vini DOC Marchigiani (Verdicchio dei Castelli di Iesi e di Matelica, Lacrima di Morrodalba, Rosso Conero, eccetera) e la visita alle Grotte di Frasassi, grazie allacollaborazione del Consorzio Frasassi e del Comune di Genga. Il Presidente di Giuria, Zhou Tianya, al termine della mostra donerà al Museo della Carta e della Filigrana uno dei suoi acquarelli e più precisamente “Toward the Sunlight”, cm. 56 x 37, del valore di oltre 5000 euro,  perchè entri a far parte della collezione museale di Fabriano.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X