facebook rss

Partita da Fabriano
la Marcia delle Terre Mutate

FABRIANO - E' partita da qui la Lunga Marcia delle terre mutate: tanti camminatori attraversano le quattro regioni del terremoto del 2016. La finalità è promuovere un turismo sostenibile e contribuire al rilancio economico di queste zone anche tramite la conoscenza dei progetti di rinascita delle comunità locali che resistono - VIDEO
Print Friendly, PDF & Email

 

i camminatori partono da Fabriano

Oggi in piazza del Comune la comunità di camminatori alla volta dell’Aquila si è data appuntamento per partire. Si marcia fino all’Aquila per promuovere il Cammino nelle Terre Mutate, un nuovo itinerario di turismo lento. La Lunga marcia nelle terre mutate è il trekking solidale ideato e organizzato da Movimento Tellurico, APE e FederTrek, che attraverserà fino all’8 luglio le quattro regioni colpite dal sisma. Tanti camminatori sono partiti oggi 27 giugno da Fabriano, arriveranno a Matelica; domani percorranno la tappa che da Matelica giunge a Camerino, cuore spezzato del cratere sismico del 2016. Sono 12 le tappe del cammino, molti i momenti di condivisione. L’associazione Movimento Tellurico – trekking, ecologia e solidarietà (affiliata a FederTrek) nasce dall’esperienza della prima Lunga Marcia per L’Aquila, una camminata solidale che dal 30 Giugno al 5 Luglio 2012 ha condotto più di 50 persone a piedi da Roma a L’Aquila.   I camminatori venerdì 29 giugno saranno accolti a Fiastra dalla comunità locale e da alcune associazioni che hanno aderito con spirito partecipativo all’evento. In allegato il programma e la locandina oltre ad alcune foto della precedente edizione.
La marcia si può seguire sui social tramite il sito e la pagina faebook, il promo dell’iniziativa su youtube in cui si possono ascoltare le interviste riferite alla precedente edizione.

Il Cantiere Terre Donne accoglierà i camminatori a Fiastra con concerto, incontri, laboratori aperitivo, con il patrocinio del comune di Fiastra, in collaborazione con l’associazione RicostruiAMO Fiastra. Dopo il saluto musicale alle 12,30, i laboratori di canto poloare alle 16, l’apertivo per i camminatori intorno alle 18, si terrà il concerto dell’ensamble TerreDonne
(Susanna Buffa, voce, chitarra e armonium – Vanessa Cremaschi, voce e violino, – Anna Maria Giorgi, voce Sara Marchesi, voce – Sara Modigliani, voce – Nora Tigges, voce, percussioni – Mauro D’Addìa, chitarra) e del  Coro da Camera Magalotti di Fiastra (Rossella Boncagni, Rina Pulcinelli, Rita Mauri, Francesco Pesaresi, Mario Romagnoli Maurizio D’Andrea, Anne Beate Zimmer, voce e flauto, Antenore Tecardi, liuto e direzione). Nel pomeriggio di Sabato 30 giugno i camminatori provenienti da Fiastra arriveranno ad Ussita nella splendida cornice del Parco Nazionale dei Monti Sibillini e saranno accolti dalla comunità locale e dagli organizzatori della prima tappa di Itaca migranti e viaggiatori – Festival del Turismo Responsabile (30 giugno / 1 luglio).

LE TAPPE DELLA MARCIA:

27 Giugno Fabriano (MC) – Matelica (MC)

28 Giugno Matelica (MC) – Camerino (MC)

29 Giugno Camerino (MC) – Fiastra (MC)

30 Giugno Fiastra (MC) – Ussita (MC)

1 Luglio      Ussita (MC) – Campi di Norcia (PG)

2 Luglio      Norcia (PG) – Castelluccio di Norcia (PG)

3 Luglio      Castelluccio di Norcia (PG) – Arquata del Tronto (AP)

4 Luglio      Arquata del Tronto (AP) – Accumoli (RI)

5 Luglio      Accumoli (RI) – Amatrice (RI)

6 Luglio      Amatrice (RI) – Campotosto (AQ)

7 Luglio      Campotosto (AQ) – Collebrincioni (AQ)

8 Luglio      Collebrincioni (AQ) – L’Aquila (AQ)

La lunga marcia delle Terre Mutate parte da Fabriano e arriva a L’Aquila

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X