facebook rss

Occupa la casa
per organizzarci feste,
denunciato

FABRIANO - Da oltre un mese un 23enne fabrianese si era introdotto abusivamente in una villa di proprietà di una donna residente in Sicilia, che utilizza l'abitazione solo per le vacanze, come punto di appoggio e location di party. Scoperto dai vicini
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Per circa un mese ha utilizzato una splendida casa dotata di tutti i confort come punto d’appoggio, organizzandoci anche feste, situata in una frazione di Fabriano immersa nel verde di rigogliosa vegetazione. Peccato che l’abitazione non fosse la sua, ma di una donna residente in Sicilia che la utilizza per le vacanze. Denunciato per violazione di domicilio aggravata un 23enne di Fabriano, dai poliziotti del cittadino commissariato. A dare l’allarme dell’intruso in casa della donna, un vicino che l’ha informata di alcune evidenti anomalie sulla sua abitazione. Il portone d’ingresso, infatti, era stato forzato ed erano stati visibilmente utilizzati il etto, le coperte ed il bagno, anche se quest’ultimo lasciato in condizioni igieniche precarie visto che l’utenza dell’acqua era stata staccata e gli intrusi non sono riusciti ad individuare, nel seminterrato, dove fosse l’interruttore dell’impianto idrico.
L’uomo, chiedendo anche a degli altri vicini ha scoperto che la situazione si protraeva da circa un mese e che in realtà nessuno si era allarmato perché il giovane, interpellato sul chi fosse, si era sempre spacciato con disinvoltura per un nuovo inquilino.
La proprietaria di casa, appresa la prolungata violazione domicilio a suo danno, ha immediatamente fatto cambiare la serratura ed ha contattato subito il commissariato di polizia di Fabriano, che l’ha invitata subito a sporgere a denuncia.

Le indagini sono state avviate istantaneamente dai poliziotti diretti dal commissario capo Sandro Tommasi, e, attraverso l’iniziale testimonianza di tutti i vicini della proprietaria e mirati appostamenti, il giorno dopo è stato sorpreso il 23enne fabrianese, il quale, oltre ad ammettere le proprie responsabilità, ha confermato che l’immobile sarebbe stato utilizzato per organizzare delle feste.

Il 23enne, con numerosi precedenti, per violazione di domicilio aggravata, reato che potrebbe costargli oltre 5 anni di carcere, considerata anche la recidiva infraquinquennale e la continuazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X